Dopo quarant’anni, i Carabinieri  del Comando Tutela Patrimonio Culturale che ha sede a Monza in Villa Reale hanno ritrovato un quadro sparito nel 1975. La tela di uno dei più importanti interpreti della pittura italiana della prima metà del Novecento, è stato finalmente restituito al legittimo proprietario. Si tratta del “Paesaggio-Vie di Parigi” dell’artista Filippo De Pisis del 1947, rubato nel capoluogo lombardo il 18 dicembre 1975.

Il furto del quadro

L’opera era stata affidata dal proprietario, un 46enne di Milano, a un artigiano, col compito di restaurarla,  per poterla poi vendere a una casa d’aste.  Non si sa cosa successe dopo, ma di certo il bene venne sottratto dall’autovettura di un privato che denunciò, contemporaneamente, la scomparsa di altri due quadri. Erano “Paesaggio veneziano” dello stesso De Pisis e “Tre tagli su fondo bianco” del pittore Lucio Fontana entrambi, tuttora, da recuperare.

Il ritrovamento dopo quarant’anni

Iniziata da parte dei Carabinieri è iniziata nel settembre 2015. Gli ulteriori sviluppi investigativi hanno permesso di ricostruire che l’opera del maestro De Pisis, dopo essere transitata presso una galleria d’arte padovana, nei primi anni ’90, era passata di mano in mano attraverso diversi collezionisti privati.  Il quadro era così rimasto nascosto ai controlli abitualmente effettuati sul
mercato antiquariale dal Nucleo Tpc di Monza. Fino a quando la curiosità e l’intuito dei militari non ha permesso il ritrovamento.

Leggi anche:  In strada colpisce la moglie, arrestato marito violento