8 marzo 2019: #opportunatamentepari. Questo il titolo che la Provincia di Monza e Brianza ha voluto dare all’iniziativa promossa in occasione della Giornata della donna.

8 marzo: #opportunatamentepari

Un centro di formazione professionale, una impresa artigiana guidata da una giovane donna, una casa di accoglienza. Queste sono le tappe simboliche scelte dal presidente Roberto Invernizzi con la consigliera di paritàAlessandra Ghezzi (nella foto) per incontrare il territorio in occasione della Giornata internazionale della donna e parlare di pari opportunità e diritti.

“L’otto marzo è la giornata dedicata alle donne che tradizionalmente viene festeggiata con la mimosa e numerosi eventi. Noi abbiamo pensato di dare un valore diverso a questa ricorrenza puntando sulla presenza delle istituzioni in tre luoghi che raccontano il territorio: la scuola, il lavoro, il sociale.  In tema di diritti e pari opportunità c’è ancora tanto da fare, soprattutto a livello culturale e crediamo che i cittadini debbano sapere che le Istituzioni ci sono e possono fare molto per tutelare il lavoro anche dalle discriminazioni”. Così il presidente Invernizzi.

Le pari opportunità rientrano tra le funzioni fondamentali assegnate dalla Legge Del Rio alle province. Da luglio presso la sede di via Grigna,13 è operativa la consigliera di parità, l’avvocata Alessandra Ghezzi, eletta con decreto del Ministero del lavoro su proposta del presidente Invernizzi dopo una selezione pubblica.

In questi primi mesi di attività la consigliera sta incontrando i Comuni e diversi soggetti per  conoscere il territorio e poter raccogliere dati utili a costruire una prima mappa dei casi di discriminazione nei luoghi di lavoro in Brianza.

La discriminazione sul lavoro figlia della crisi economica

“La crisi economica che ci stiamo lasciando alle spalle  – spiegano il presidente e la consigliera –ha influito molto sulla diffusione di discriminazioni nei luoghi di lavoro portando i lavoratori e le lavoratrici ad accettare comportamenti non corretti pur di difendere il posto di lavoro. E’ importante far sapere che ci sono diritti che vanno difesi e tutelati e soprattutto che ci sono figure istituzionali che hanno questo ruolo e sono a disposizione dei cittadini che hanno bisogno anche solo di consigli. Ecco perché vogliamo incontrare le persone nei luoghi della quotidiana, come la scuola, l’azienda per offrire esempi positivi e per spiegare che i diritti vanno difesi e che uomini e donne hanno le stesse opportunità di crescita professionale. E poi incontriamo donne più fragili perché dobbiamo trasmettere il messaggio che i problemi non riguardano solo gli altri e che tutti hanno diritto ad un riscatto sociale”.

Leggi anche:  Seveso, "Pane in Piazza": raccolti oltre 2mila euro

Domani a Meda, Nova Milanese e Monza

Domani, giovedì 7 marzo, il  presidente e la consigliera, accompagnati da una a delegazione che comprende il direttore della Provincia MB Erminia Zoppè e la consigliera provinciale Giovanna Amodio, incontreranno alle ore 12.00 gli studenti del Centro Formazione Professionale Terragni di Afol Monza e Brianza a Meda alla presenza degli insegnanti e dei dipendenti Afol MB.  Alle ore 14.00 visiteranno un’azienda artigiana a Nova Milanese la “Malizia Leonardo & C”  condotta da Giada Malizia, una giovane imprenditrice che porta avanti la tradizione di famiglia nel settore della carpenteria, ritagliandosi anche una attività di designer. Infine alle 18. 00 la giornata si concluderà con la visita alle ospiti della struttura femminile “Residenza Maria Paola Colombo Svevo” di Monza gestita dalla Cooperativa Novo Millennio.