A San Giorgio nasce un nuovo centro culturale di stampo islamico che ha come obiettivo l’integrazione tra stranieri e italiani.

Il centro islamico è gestito dall’associazione Centro Giovani Aps di Lissone

La struttura, aperta in un capannone in via Damiano Chiesa, sul confine con Lissone, è stata inaugurata ufficialmente sabato 8 dicembre, alla presenza di diverse associazioni lissonesi, tra cui Avis e Caritas, città in cui dal 2016 è iscritta ed è attiva l’Associazione Centro Giovani Aps, fondata da un gruppo di nordafricani. Nel centro verranno organizzati corsi di lingua italiana e araba, aperti a stranieri e italiani. E in futuro il centro verrà anche attrezzato con campetti di calcio e pallavolo per l’accoglienza dei ragazzi.

Il presidente: “Non è una moschea”

L’apertura del centro era stata oggetto di polemiche la scorsa estate, sollevate in particolare da esponenti di Centrodestra sia di Lissone che di Desio. “Benvengano le iniziative di gruppi che lavorano per l’integrazione e contribuiscono alla vita della comunità”, ha detto il sindaco Roberto Corti.
Sulle polemiche è intervenuto anche il presidente Elghaouat Younes: “Non è una moschea”.

Leggi anche:  La cagnolina Stella cerca casa

Il servizio completo si trova sull’edizione cartacea del Giornale di Desio in edicola da questa mattina, martedì 18 dicembre.