Aicurzio premia le sue eccellenze. Bellissima cerimonia di gala quella che si è svolta ieri pomeriggio, mercoledì,  in aula Consigliare per premiare con le benemerenze civiche chi si è contraddistinto nel campo sociale, culturale, artistico e imprenditoriale.

Ben 4 i riconoscimenti elargiti dall’Amministrazione comunale

Ben 4 i riconoscimenti elargiti dall’Amministrazione comunale ad altrettanti cittadini aicurziesi davanti ad un folto pubblico.

I premi sono stati consegnati dal sindaco Gianmarino Colnago rispettivamente all’operatore ecologico Darwin Elizalde, all’artista Elvezio Ronchi, all’imprenditrice Maura Amici e all’associazione Volontari Aicurziesi.

L’operatore ecologico

“Darwin rappresenta per tutti gli aicurziesi una certezza sul nostro territorio – ha sottolineato il sindaco durante la premiazione di Elizalde – La benemerenza è un attestato di stima nei confronti di un nostro concittadino che ha saputo rimettersi in gioco ponendosi al servizio della comunità. Ecuadoregno di nascita, cittadino aicurziese dal 2012, ha acquisito la cittadinanza italiana il 21 dicembre del 2016. Darwin non si è lesinato, da che è giunto in Italia, nella disponibilità al lavoro di equipe, ponendosi come obiettivo il miglioramento dei rapporti del gruppo di lavoro del quale ha fatto parte”.

Elizalde, infatti, ha abbandonato un importante incarico di maitre de salle in un importante ristorante milanese per ricominciare da zero proprio ad Aicurzio, come operatore ecologico.

“A dicembre 2018 Darwin si conferma l’operatore ecologico a 360 gradi: servizio, cortesia, capacità relazionale, interventi mirati. Esempio di integrazione positiva ed inclusione fattiva nel nostro tessuto sociale”, ha continuato il sindaco.

L’artista

Bellissima anche la storia dell’artista Ronchi, raccontata nella motivazione della benemerenza consegnata dall’Amministrazione comunale.

“Elvezio si è sempre contraddistinto nel campo artistico e musicale – ha continuato il sindaco – Ha realizzato opere in terracotta e ceramica. Ha costruito propri progetti, organi meccanici ed elettrici che oggi allietano i fedeli nelle chiese brianzole. In campo musicale ha trasporto genialità nell’apprendimento autodidattico della musica e degli arrangiamenti riproposti in oltre 50 anni. E’ un uomo generoso, intraprendente, che si pone sempre in discussione nella ricerca di soggetti artistici. Le terrecotte, lavorate con le sue mani, diventano stemmi araldici, volti che guardano lontano, opere celtiche, bassorilievi ed altorilievi con soggetti di ogni genere, mano nodose che si cercano e si protendono nel vuoto”.

Leggi anche:  Per la serata dedicata a De André c'è anche il gelato "Bocca di rosa"

I volontari

La terza benemerenza è stata conferita all’Associazione volontari aicurziesi (Ava) per mano del presidente Angelo Cereda per premiare il loro servizio di volontariato all’isola ecologica. Attività che, a partire dal primo gennaio, a causa delle nuove disposizioni di legge, non potrà più essere affidata all’Ava.

“Il lavoro logistico alla piattaforma ecologica portato avanti dai volontari consegna ai futuri gestori una struttura con tutti i carismi di igiene, salubrità e funzionalità – ha sottolineato il primo cittadino – ma non potrà trasmettere l’humus in cui questa mission è stata cresciuta ed accudita. Vedere come venivano suddivisi e smontati i rifiuti più difficili ed inbombranti rimandava la memoria di antiche manualità artigianali, fumose officine, resinose falegnamerie che hanno fatto grande Aicurzio, la Brianza e tutto il Paese”.

L’impreditrice

Non poteva mancare un riconoscimento anche per una donna che, seppur da pochi anni residente in paese, è riuscita a dare una grandissima testimonianza di amore e tenacia a tutto il paese.

“Maura Amici risiede in paese dal 2011 ma è di grande esempio per tutti noi – ha spiegato Colnago durante la premiazione – Mamma premurosa, forte, Maura ha rinunciato alla sua carriera (Laureata in Matematica con 110 e lode, prima Meterologa a Macerata e poi per la Protezione Civile di Ancona, ndr) a causa di una grave patologia del figlio. Da pochi mesi è imprenditrice e ha aperto con il marito uno studio medico che si occupa della donna a tutto tondo”.

Il saluto di don Stefano Strada

Durante la cerimonia non è mancato anche un saluto al nuovo parroco don Stefano Strada, al quale il sindaco Colnago ha donato una copia del libro sulla storia della chiesa di Sant’Andrea di Aicurzio. E il parroco ha anche annunciato ai presenti che il prossimo 31 maggio monsignor Mario Delpini sarà in visita proprio ad Aicurzio in visita pastorale.