Nasce ad Arcore, grazie alla disponibilità dell’amministrazione comunale di Arcore e Villasanta e dell’Associazione culturale “Gaetano Osculati” di Biassono, la “Casa degli Esploratori”, progetto finalizzato alla riscoperta della storia dell’esplorazione italiana.

Un progetto presentato in Villa Borromeo

Il progetto è stato presentato ieri mattina, mercoledì, nella splendida location di Villa Borromeo ad Arcore e ha visto la presenza del sindaco di Arcore Rosalba Colombo, del collega di Villasanta Luca Ornago, Chiara Roilo di “Chiara Roilo Studio”, Isabella Doniselli (vicepresidente Istituto di Cultura per l’Oriente e l’Occidente), Alberto Caspani (Associazione culturale Gaetano Osculati) e Tommaso Teruzzi (STC Media).

Presenti all’incontro anche Paola Palma e Adele Fagnani, rispettivamente assessori alla Cultura di Arcore e Villasanta.

Missioni geografiche di gemellaggio

Utilizzando sedi e spazi pubblici del Comune di Arcore, in collaborazione con altri enti e amministrazioni comunali lombarde favorevoli a fare rete, la “Casa degli Esploratori” punta a sviluppare un hub-lab fra partner italiani e internazionali, attraverso l’organizzazione di missioni geografiche di gemellaggio. A queste, di volta in volta, faranno seguito mostre, convegni, spettacoli e iniziative di scambio correlate al personaggio storico della missione. Il progetto, di fatto, è una piattaforma operativa che, già dalle prossime settimane, creerà sinergie nei settori della cultura, della comunicazione, del turismo e del commercio, secondo un innovativo modello di business.

Una targa commemorativa a Il Cairo

In occasione del 150° anniversario per l’apertura del Canale di Suez, lo scorso 17 novembre, l’Associazione culturale “Gaetano Osculati” ha portato in dono a Il Cairo una targa commemorativa del geografo Manfredo Camperio, degli ingegneri Luigi Negrelli e Pietro Paleocapa, nonché di tutti gli italiani che hanno contribuito alla creazione della grande opera egiziana, dando ufficialmente avvio alla Missione Camperio 2019.  Promosso insieme alla società di
videoproduzione STC Media e all’agenzia di cross-marketing Chiara Roilo Studio, il progetto gode del patrocinio di enti pubblici e partner privati: il Comune capofila di Arcore, insieme al Comune di Villasanta, Regione Lombardia, Camera del Commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi, Società Geografica Italiana, Istituto di Cultura per l’Oriente e l’Occidente, nonché l’Ambasciata d’Egitto in Italia ed Egypt Air. Appoggiano inoltre l’iniziativa Ne.on Milano e Luni Editrice.

Leggi anche:  Per Natale tariffe agevolate per i parcheggi a pagamento

“Suez al centro degli equlibri strategici mondiali”

“Nell’ultimo rapporto annuale dell’Osservatorio italiano di economia marittima (SMR) – spiega Alberto Caspani – le principali autorità del settore riconoscono all’Egitto e a Suez una rinnovata centralità negli equilibri strategici mondiali, dovuta anche al posizionamento della Cina nel Mediterraneo e alle opportunità dischiuse dalla Nuova Via della Seta. Oggi il 10% circa dei traffici mercantili transita attraverso il Canale, che nel 2018 ha segnato record storici sia in termini di passaggio navi (oltre 18mila, +3,6%), sia di cargo trasportati (983,4 milioni di tonnellate, +8,2%). Col raddoppio del tracciato nel 2015, i rapporti Est-Ovest sono cresciuti del 37%, ponendoci di fronte a nuove sfide di sostenibilità ambientale e di mediazione culturale. Temi che Manfredo Camperio colse con grande intuito già 150 anni fa, evidenziando le responsabilità che due antichi popoli come quello italiano ed egiziano avrebbero avuto nell’orientare la globalizzazione”.

La targa  verrà esposta al Nuovo Museo Internazionale del Canale di Suez

Al ritorno dall’Egitto, verrà comunicato il calendario delle prossime iniziative legate alla Missione, ospitate non solo in Villa Borromeo d’Adda ad Arcore, ma anche a Villasanta, a Milano e nelle principali città italiane. Fra i primi eventi, un incontro di approfondimento sul Canale di Suez e Manfredo Camperio, previsto ad Arcore per sabato 7 dicembre, dalle ore 14.30, in collaborazione con Alessandro Pellegatta (autore del saggio “Manfredo Camperio, storia di un visionario in Africa) e Barbara Curli, professoressa associata del Dipartimento di Culture, Politiche e Società dell’Università di Torino. In concomitanza, sarà inaugurata anche la mostra con materiale fotografico e documentaristico sulla storia di Suez, grazie alla disponibilità del Fondo Camperio di Villasanta (che prevede aperture straordinarie in occasione della mostra ed è aperto ogni primo sabato del mese), così come dell’Archivio di Intesa Sanpaolo. Il 15 dicembre, in omaggio alle grandi imbarcazioni e ai piroscafi che aprirono le rotte della storia, l’Associazione culturale Gaetano Osculati organizza anche una visita celebrativa al Museo Tecnico Navale di La Spezia.