Ambulanti: stretta della Regione contro gli abusivi. Le novità approvate ieri, martedì 28 maggio, su proposta del consigliere di Besana Alessandro Corbetta.

Ambulanti, stretta della Regione

Ieri il Consiglio regionale della Lombardia ha dato il via libera alla Legge di semplificazione, che contiene alcune importanti novità, proposte dal consigliere della Lega Alessandro Corbetta, in materia di commercio ambulante.

“Grazie a questi emendamenti – ha spiegato il consigliere regionale – i sindaci avranno la facoltà, in caso di gravi violazioni, di sospendere l’esercizio dell’attività di vendita fino a 20 giorni di mercato. E’ stato inoltre ricompreso nelle violazioni di grave entità anche il mancato pagamento dei tributi comunali legati all’attività di ambulante”.

“Questo significa – ha proseguito Corbetta – tutelare in maniera più efficace sia gli acquirenti che gli ambulanti che svolgono la propria attività in maniera corretta e trasparente, dando ai primi cittadini più poteri per far valere la legalità e rispetto delle regole”.

“Un altro emendamento, approvato già in commissione e che oggi ha avuto il definitivo via libera dall’aula, ha l’obiettivo di contrastare il fenomeno dell’abusivismo. Tutti i banchi del mercato – dichiara il consigliere leghista – avranno l’obbligo di esporre in modo ben visibile la carta di esercizio, per far sì che la regolarità dell’esercizio commerciale sia immediatamente intuibile dai cittadini e verificabile da parte della Polizia vocale”.

Leggi anche:  Fabrizio Sala in missione in Polonia

Il consigliere regionale della Lega ha assicurato inoltre che nel futuro si continuerà a lavorare “per potenziare le misure a tutela dei consumatori e degli ambulanti che rispettano le regole, come ad esempio una maggiore riconoscibilità della vendita di merci usate”.

TORNA ALLA HOME