Ancora un’invasione di automobili nella zona pedonale di piazza Giovanni XXIII, a Lissone, a fianco della Prepositurale dei Santi Pietro e Paolo.

Invasione di auto vicino alla chiesa

Dovrebbe essere, stando alla convenzione siglata tra il Comune e la parrocchia Prepositurale, una zona pedonale il cui accesso dovrebbe essere interdetto alle auto.

Ma, come già raccontato qualche settimana fa sempre dal nostro Giornale, la zona tra la chiesa madre di Lissone e la Casa Canonica è perennemente “invasa” da auto che non dovrebbero trovarsi in quell’area (il cui passaggio ha causato in passato danni alla pavimentazione in marmo).

A limitare l’accesso dovrebbe esserci una sbarra elettronica, posizionata all’ingresso da via Statuto, che però è regolarmente alzata permettendo così libero accesso agli automobilisti. Il tutto in barba al parcheggio a pagamento (quasi sempre vuoto) che si trova in piazza Fumagalli nel retro della Prepositurale.

Il caso sollevato dai residenti

Alcune settimane fa, a sollevare il caso, ci avevano pensato alcuni residenti della piazza che avevano anche lamentato una scarsa manutenzione della pavimentazione a lato della chiesa.

Leggi anche:  Nuova biblioteca: Passione Civica organizza una serata di confronto

La zona a destra della Prepositurale, quella in direzione di via Cavour, è particolarmente malconcia nonostante i lavori di sistemazione della pavimentazione. Il continuo traffico veicolare (obbligato dopo l’avvio della Ztl di via Sant’Antonio) obbliga gli automobilisti a percorrere la stradina che costeggia la chiesa causando ovviamente uno slittamento delle mattonelle della strada.

© RIPRODUZIONE RISERVATA