Oltre un centinaio di foto esposte in una location unica per far riflettere e dare nuova linfa al Comitato Cernobyl.  A partire da domenica e fino al 17 marzo il piano ipogeo della Villa Borromeo di Arcore farà da palcoscenico a “Positive contaminazioni – Immagini e parole in mostra”.

Il video in anteprima

Un piccolo video che vi aiuta a capire cosa potrete trovare a partire da domenica nel piano sotterraneo di Villa Borromeo. Una mostra fatta di storie, volti, sguardi e occhi pieni di speranza e gioia.

Giornale di Vimercate media partner dell’evento

All’interno dell’esposizione, organizzata in Villa Borromeo ad Arcore, verranno raccontate le esperienze delle famiglie che ogni anno accolgono i piccoli ospiti in arrivo dalle zone segnate dal disastro nucleare del 1986.

Si tratta di una mostra che vede in prima linea anche il Giornale di Vimercate, da sempre vicino al territorio, che con entusiasmo ha deciso di appoggiare questa bellissima iniziativa diventando media partner dell’evento.

L’ospitalità in mostra

“Questa non è una mostra fotografica sull’incidente nucleare di Cernobyl, ma la rappresentazione, attraverso immagini e parole, di sentimenti, sensazioni, stati d’animo, gioie, preoccupazioni e dolori dell’ospitalità che ogni anno viene portata avanti da tante famiglie brianzole, tra le quali molte di Arcore – hanno dichiarato i vertici del sodalizio guidato da Milena Tisiot – Dalla “contaminazione materiale” che si è manifestata con le più tragiche conseguenze dopo l’incidente nucleare, è scaturita un’altra contaminazione, non più materiale e dalle caratteristiche positive. I petali del fiore dell’ospitalità hanno arricchito la vita dei genitori, dei figli e della casa, lasciando un profumo che non scorderemo”.

Sono oltre 100 le foto esposte, accompagnate anche da alcuni video. Il vernissage della mostra è previsto per domenica 10 marzo, alle ore 11, alla Montagnola