Atleti pronti a conquistare l’Europa. Sette ragazzi di Briosco, Renate e Robbiano parteciperanno al Campionato europeo di Vovinam Viet Vo Dao in programma per il prossimo fine settimana.

Atleti del territorio agli Europei

Saranno due giorni all’insegna dello sport e del fair play quelli a Castione della Presolana, nella Bergamasca, dove, il 7 e l’8 luglio, è in programma il Campionato Europeo di Vovinam Viet Vo Dao. Un’arte marziale vietnamita quest’ultima che ha trovato nel nostro paese la sua terra d’elezione.
Per la seconda volta infatti – dopo l’edizione del 2012 – l’Italia è stata scelta come paese ospitante dalla EVVF (European Vovinam Viet Vo Dao Federation) e Castione è già pronta per l’evento. Il palazzetto è stato allestito, mancano solo le altre squadre nazionali che arriveranno da tutta l’Europa. L’Italia, ovviamente, vuole riprendersi il titolo di campionessa europea dopo che, nelle scorse due edizioni, sul gradino più alto del podio sono finite Francia e Germania.
Il territorio sarà rappresentata da ben sette atleti di Renate, Briosco e Robbiano, pronti a mettersi in gioco e a rappresentare il nostro Paese. Angelo Frigerio, Thomas Marcolin, Giovanni Zullo e Alessandra Oliva (che farà anche una gare a coppie) gareggeranno nella categoria del Da Luyen, vale a dire l’uno contro tre. Stefano Maltagliati, invece, si presenterà nel Song Luyen Kiem, la forma – a coppie – di spada e nelle forme singole di bastone e di spada, nella quale ha già vinto parecchi campionati mondiali ed europei. Francesco Brambilla si esibirà nel Ngu Mon Quyen, una forma singola a mani nude, mentre Annachiara Pedretti sarà l’unica, almeno della zona, a partecipare alle gare di combattimento.

Unico obiettivo: diventare campioni

Durante i due giorni di gare si alterneranno gare singole, a coppie (mani nude e con armi) e di combattimento. Il Campionato sarà tenuto presso il centro sportivo “Bons en Chablais”, dove la nostra federazione ha lavorato per mesi a questo evento, faticando molto ma sapendo che tutta la fatica sarà ripagata dalla soddisfazione di vedere due giorni di gare emozionanti, nelle quali dieci paesi si sfideranno in più categorie per un unico obbiettivo: diventare campione d’Europa.