Attenti agli Arsenio Lupin dei supermercati. Nel mirino hanno le monete necessarie per sbloccare i carrelli della spesa.

Ladri scaltri tra le corsie

Come agiscono? Di solito entrano in azione nelle primissime corsie del supermercato, quando i carrelli sono ancora vuoti e quindi difficilmente riconoscibili. Sfruttano la prima distrazione del cliente per portargli via il carrello e, con questo, la moneta utilizzata per sbloccarlo. Che può essere da 50 centesimo, 1 e fino a 2 euro. Sommati per più “colpi” al giorno, vanno a formare un gruzzoletto niente male.

Scambio di monete

Il secondo modus operandi è più raffinato. I ladruncoli, sempre quando il carrello è momentaneamente incustodito, sostituiscono la moneta inserita nella serratura con un’altra. Quest’ultima può essere delle più svariate: dalle vecchie Lire ai gettoni.

Anche a chi scrive è successo: dai due euro iniziali, mi sono ritrovata, senza accorgermi, con dieci lire. Un salto a ritroso nei ricorsi, per carità, ma non molto conveniente…