Per gli abitanti dello stivale l’auto è un bene irrinunciabile, poiché facilita gli spostamenti quotidiani. Del resto, bisogna considerare che in Italia i mezzi pubblici sono ancora poco incentivati. Pertanto non è possibile farvi affidamento, soprattutto per andare al lavoro. Tuttavia, negli ultimi anni il desiderio di possedere una vettura nuova si è notevolmente affievolito. Infatti, secondo le ultime stime, la maggior parte degli automobilisti italiani punta all’usato.

In effetti tale soluzione può dimostrarsi estremamente vantaggiosa, soprattutto nel prezzo, a patto però che si sappia a chi affidarsi e che il veicolo scelto sia di qualità. Riuscire a muoversi nel mondo delle auto usate, al contrario di quello che si potrebbe pensare, non è difficile, basta seguire alcuni semplici consigli. Prima di iniziare la ricerca è importante capire quale tipologia di auto è più adatta a soddisfare le proprie necessità.

Coloro che puntano a muoversi in città ad esempio devono propendere per una city car, un particolare tipo di vettura che si distingue per la praticità. In questo caso può andare bene una Fiat Panda o una delle auto cittadine messe a disposizione da Citroën. Per chi punta, invece, ad una macchina sportiva, ma spaziosa, perfetti sono i SUV, che sono disponibili in tante versioni differenti: si va dai raffinati modelli Peugeot, alle soluzioni più aggressive della Renault. Tuttavia, non sono in pochi a puntare una mercedes usata nella versione SUV, in modo da poter contare su linee classiche e raffinate. 

Valutare l’alimentazione migliore per un’auto usata

Un altro punto su cui vale la pena di soffermarsi quando si vuole acquistare una macchina usata è l’alimentazione. Di solito i modelli a benzina sono consigliati per coloro che effettuano brevi spostamenti quotidiani. Per i lunghi tratti, invece, è meglio il diesel, in quanto è meno soggetto ad usura. Pertanto tende a durare di più.

Leggi anche:  Aurora Desio: "ArbitrEducaggio" per insegnare le regole e il fair-play

Scegliere, quindi, una vettura diesel usata con un elevato numero di chilometri vuol dire avere la certezza di poter contare su un veicolo solido e performante. Le auto a metano e a GPL richiedono, invece, una manutenzione costante e sono poco adatte per chi ha una guida sportiva.

Un discorso a parte va fatto per le vetture elettriche, che sono tra le più richieste dagli amanti della natura, poiché consentono di ridurre i consumi. Tuttavia, è bene tenere a mente che la revisione deve essere fatta ogni anno. Un buon compromesso può essere scegliere un ibrido benzina usato, che richiede meno manutenzione e permette comunque di condurre un’esistenza sostenibile.

Stabilire un budget di spesa e scegliere dove acquistare

Per affrontare al meglio la ricerca di un’auto usata è fondamentale stabilire fin da subito un budget di spesa. A tal proposito si consiglia di scegliere una cifra realistica, soprattutto se si vuole puntare a modelli di maggiore pregio. Inoltre, è importante evitare di farsi ingolosire da prezzi troppo ridotti, poiché si corre il rischio di dover sostenere altre spese per la manutenzione. Ma dove è meglio acquistare una vettura di seconda mano? Affidarsi ad un privato assicura un certo vantaggio economico, nonché la possibilità di poter usufruire della vettura praticamente nell’immediato.

Tuttavia, non è tutto oro quello che luccica, in quanto è più facile incappare in truffe, soprattutto se non si è degli esperti di motori, poiché manomettere il contachilometri non è difficile: diversi tutorial in internet spiegano come fare. Di fatto, chi vuole aggiudicarsi una macchina economica, ma di qualità, deve rivolgersi ad un concessionario. Anche in questo caso però è bene fare attenzione, poiché non tutti sono veramente affidabili.