Bando “Lombardia è dei giovani”: finanziati anche quattro progetti brianzoli. L’assessore Cambiaghi: “Premiate idee molto interessanti, a disposizione 940.000 euro”.

Bando “Lombardia è dei giovani”: i premiati

Ci sono anche quattro progetti brianzoli tra quelli che sono entrati nella graduatoria finale della prima edizione del bando “Lombardia è dei giovani” e che saranno quindi finanziati. In totale sono 26, a livello Lombardo, i progetti a cui andrà un contributo complessivo di 940.000 euro dall’assessorato allo Sport e Giovani di Regione Lombardia.

Il provvedimento, una novità per il 2019, ha come obiettivo quello di sostenere la partecipazione inclusiva dei giovani alla vita sociale e politica dei territori.

Gli ambiti di intervento

Il bando prevede un cofinanziamento regionale su interventi diretti a progettare percorsi di cittadinanza attiva valorizzando il protagonismo civico; promuovere progetti di educazione finanziaria focalizzandosi sui principi di equità e sostenibilità; sviluppare percorsi di valorizzazione del patrimonio dei territori e di appartenenza a una comunità riconoscendo il proprio ruolo sociale.

I progetti approvati in Brianza

Di seguito l’elenco dei progetti finanziati, il Comune di riferimento e il  relativo contributo regionale, suddivisi per provincia. Partiamo con il territorio di Monza e Brianza, dove potranno accedere al bando:

– ‘#giovaniinvilla”, Monza, 84.599 euro

– ‘Oggi cresco – riprogettiamo con i giovani l’educazione finanziaria’, Lissone,  46.771 euro

– ‘Narrazioni,  giovani, protagonisti e territorio’ Agrate Brianza,  16.111 euro

– ‘Cool Future’, Vimercate,  77.302 euro.

Le altre province

Bergamo: 5 progetti, 142.645 euro

–  ‘Ci sto dentro’,  Albino, 24.500 euro

–  ‘Tutti in Pista!’, Clusone, 20.916 euro

– ‘(Bg+)² volontariato in rete’, Bergamo, 34.439 euro

–  ‘Facciamoci spazio … una rete per le giovani generazioni’ , Casazza,  49.280 euro

– ‘Ci vediamo?’  San Giovanni Bianco, 13.510 euro.

Brescia: 3 progetti, 75.437 euro

– ‘Percorsi di valorizzazione del patrimonio territoriale in Valcamonica’,  Unione Comuni delle Alpi Orobie Bresciane,  24.500 euro

– ‘Giovani partecip-azioni’ ,  Villanuova sul Clisi,  15.797 euro

Leggi anche:  Inaugurato a Carate il Villaggio di Natale: bancarelle e tanti eventi fino al 12 gennaio FOTO

–  ‘Attiwarda”, Bedizzole, 35.140 euro.

Como: 1 progetto, 17.204 euro

– ‘Young Factor – Un Investimento Sul Futuro’,  Erba,  17.204 euro.

Cremona: 1 progetto, 28.200  euro

– ‘Patrimonio#Futuro#Democrazia’, Cremona, contributo regionale 28.200 euro

Lecco: 1 progetto, 28.200 euro

– ‘Luoghi e percorsi per essere giovani’,  Lecco,  28.200 euro

Lodi: 1 progetto, 18.800 euro

– Progetto ‘Un palco comune – Atto I’, Lodi, 18.800 euro

Mantova: 1 progetto, 9.075 euro

– ‘Itaca è nostra’,   Sermide, 9.075 euro

Milano: 4 progetti, 233.549 euro

– ‘Go smart’,  Rozzano,  68.619 euro

– ‘La città è dei giovani’,  Garbagnate Milanese, 77.952 euro

– Strada provinciale 12′,  Canegrate,  31.500 euro

– ‘Art- Arte Rete Territorio”, Rho, 55.478 euro.

Pavia: 3 progetti, 68.819 euro

– ‘Young 4 future’ Siziano,c38.710 euro

– ‘Dal Comune alla Ue , le pari opportunità di accesso al lavoro e realizzazione personale’, Pavia, 26.840 euro

– ‘Vivi In Oltrepò’,  Unione dei Comuni Lombardi Borghi e Valli d’ Oltrepò, 3.269,10 euro

Sondrio: 1 progetto, 12.922 euro

– Attiva-mente giovani’, Sondrio,  12.922 euro

Varese: 1 progetto, 80.365 euro

– ‘Peer to, Peer Tour’, Varese,  80.365 euro. (LNews)

Ottima risposta da parte dei Comuni

“Sono ben 26 le reti dei Comuni di tutta la Lombardia – ha sottolineato l’assessore allo Sport e Giovani Martina Cambiaghi – che hanno risposto con idee molti interessanti e che mettono gli under 34 al centro delle attività locali. Tutti i progetti presentati si realizzeranno in partnership con gli Enti del Terzo settore che operano nei Comuni e hanno come obiettivo l’inclusione sociale dei giovani che vivono, studiano, lavorano in Lombardia, attraverso forme di cittadinanza attiva”.

“La nuova iniziativa del mio Assessorato – ha aggiunto l’assessore – ha lo scopo di rendere i giovani i veri protagonisti attivi della comunità in cui vivono. La cittadinanza attiva e le competenze civiche  contribuiscono al raggiungimento dell’autonomia e sono utili per sviluppare le soft skills che agevolano l’ingresso nel mondo del lavoro”.