E’ stata benedetta una nuova statua della Madonna a Montesiro (Besana). Lì dove, il mese scorso, Maria era stata rubata.

Nuovo inizio

“Abbiamo intenzione di continuare una tradizione a noi molto cara e ritrovare il nostro punto di riferimento”. Queste erano state le parole dei residenti di via Crippa a Montesiro quando, durante la prima settimana di giugno, era stata trafugata la statua della Madonna, simbolo per tutta la comunità montesirese. Inserita in una grotta all’interno di un piccolo giardinetto e benedetta dall’allora parroco della frazione, don Piergiorgio Fumagalli, la Madonnina di via Crippa era divenuta un luogo di incontro, di fermata, in cui ogni mese di maggio era tradizione celebrare il rosario.
Dopo l’iniziale incredulità, i residenti hanno tutti contribuito per l’acquisto di una nuova statua, benedetta dal monsignore Giuseppe Longhi nella chiesetta di Brugora.
“Finalmente la grotta non è più vuota. Abbiamo voluto trasformare un vero e proprio sfregio per la nostra comunità in un’occasione per dimostrare la nostra perseveranza. Grazie a questa nuova Madonnina si potrà continuare una tradizione che dura ormai da decenni e a cui tutti siamo molto affezionati” hanno detto i residenti soddisfatti.