Bici a vapore, a spasso per Bormio.

bici a vapore

Curiosità

Bici a vapore, a spasso per a Bormio.

Bici a vapore

Non è la prima volta che fa la sua apparizione, la bicicletta dotata di caldaia alimentata a legna è uno spettacolo di tecnica. Procede con il ciclista che periodicamente infila la legna nella bocchetta. Il vapore generato spinge la due ruote che procede spedita nel centro di Bormio. Al posto del campanello, per farsi largo tra i turisti usa un fischio del tutto simile a quello di una locomotiva.

Aldo Peccedi, detto il Leonardo di Bormio

L’autore del singolare mezzo di trasporto è Aldo Peccedi, detto il Leonardo di Bormio, inventore molto noto in Alta Valle. Tra le sue invenzioni anche una’auto ecologica costruita interamente in legno del peso di 150 kg. Con essa LeonAldo, questo il suo soprannome, è partito da Bormio per arrivare fino a Roma e poi da Livigno fino allo Stelvio.

La prima apparizione della bici a vapore documentata risale al 2010, in un video postato su youtube. L’ultima invece è stata ripresa da una turista in visita nella Magnifica Terra. Per la speciale bicicletta un posto ad onore tra le attrazioni che può offrire Bormio.

Leggi anche:  Allarme legionella, nei Comuni è giro di vite sui controlli