Biciclette e oggetti ritrovati | Tutte le foto sulla pagina Facebook. A partire da oggi la Polizia Locale di Monza pubblica sulla propria pagina Facebook @bicicletteritrovatemonza le foto delle biciclette e degli oggetti ritrovati in città.

Biciclette e oggetti ritrovati | Tutte le foto sulla pagina Facebook

Biciclette e oggetti ritrovati

Si tratta di un modo veloce per consentire agli utenti una rapida verifica dei materiali rinvenuti o riconsegnati agli agenti e per concordare le modalità di restituzione nel caso di riconoscimento. Ad oggi sono 13 le bici e 19 gli oggetti vari rinvenuti e pubblicati online. Quello che è stato presentato oggi, martedì 14 maggio, nella sala Giunta del Palazzo di piazza Trento, dal sindaco Dario Allevi insieme all’assessore alla Sicurezza, Federico Arena e al Comandante della Polizia locale Pietro Curcio, è un servizio innovativo nato per venire incontro alle esigenze della cittadinanza, mettendo a disposizione uno spazio virtuale dove esporre tutti gli oggetti rinvenuti nel corso delle operazioni quotidiane sul territorio monzese.

Come funziona

Sulla pagina FB gli agenti pubblicano gli oggetti ritrovati, ciascuno contrassegnato con un codice di riferimento. Qualora fra le fotografie si dovesse riconoscere la propria bicicletta o un oggetto di proprietà è necessario contattare l’Ufficio Nucleo Polizia Giudiziaria dal lunedì al venerdì (esclusi giorni festivi) in orari d’ufficio (numero telefonico 039/2816313) oppure inviare una mail all’indirizzo bici.oggettiritrovati@comune.monza.it, anche con un semplice click dalla pagina FB. In caso di riscontro positivo basta presentarsi presso l’ufficio con i seguenti documenti: denuncia di furto; documento di riconoscimento; documentazione comprovante l’acquisto o il possesso del velocipede (ad esempio ricevuta d’acquisto, fotografie, dotazioni, segni distintivi ecc.).

Leggi anche:  Trasfusione di sangue sbagliata, anziana muore all'ospedale di Vimercate

La privacy

Documenti smarriti o oggetti che possano inequivocabilmente violare la privacy personale non verranno pubblicati su Facebook, ma si potranno ottenere ugualmente informazioni utili contattando il comando della Polizia Locale. Infatti di norma documenti, cellulari, targhe ed effetti personali riconducibili a persone vengono già restituiti, nella maggior parte dei casi, a cura dell’Ufficio Polizia Giudiziaria: 414 gli oggetti riconsegnati nel 2018.

I tempi

La restituzione degli oggetti dovrà avvenire entro un anno dalla pubblicazione; trascorso tale termine gli oggetti o i velocipedi verranno acquisiti in proprietà del Comune, che stabilirà modalità di conservazione, destinazione o distruzione. Per esigenze d’ufficio la pagina Facebook è utilizzata solo come “vetrina” per comunicazioni riguardanti oggetti smarriti e biciclette pubblicate. Non verrà dato seguito a domande o richieste pubbliche nei commenti né a quesiti non in tema con la specificità della pagina.

Biciclette e oggetti ritrovati | Tutte le foto sulla pagina Facebook

Punzonatura

A margine della conferenza stampa di oggi, martedì 14 maggio 2019, si è tornato a parlare di punzonatura. La punzonatura – l’atto di imprimere, nel caso delle biciclette, il codice fiscale del proprietario sul telaio del mezzo – è infatti un ottimo strumento per facilitare il ritrovamento del legittimo titolare dell’oggetto. Da questa settimana, però, a differenza della precedente macchina per la punzonatura, il servizio potrà essere svolto con maggiore semplicità. Il nuovo strumento comprato dal Comune, infatti, è portatile, e sarà a disposizione dei cittadini in occasione dei mercati cittadini, nel parco e nell’ambito di iniziative pubbliche.