Bilancio partecipativo, ha vinto il parco inclusivo. Il percorso era partito nel giugno di quest’anno con la raccolta delle proposte progettuali dei cittadini, a questa fase era poi seguita una prima votazione online (volta a far scegliere ai cittadini, tra tutte le proposte presentate, i 10 progetti che poi sarebbero andati in studio di fattibilità) e successivamente, dopo la “Festa dei progetti” dello scorso 30 settembre,  la fase di voto finale, durata 15 giorni.

I progetti vincitori

Quattro i progetti che riceveranno 30mila euro e saranno realizzati dall’Amministrazione comunale. Al primo posto il “Parco Birichino”, un parco inclusivo e luogo di ritrovo  (175 voti). Gli altri tre sono: “Bicipolitana” per Desio (137 voti); Bar “noi per voi” con l’inserimento di ragazzi con disabilità nel servizio bar della Bocciofila (136 voti); “La Casa delle Donne: uno spazio aperto per partecipare, crescere, costruire” (127 voti).

I sei che non verranno finanziati

Gli altri progetti votati, ma esclusi dal finanziamento: “S.O.S. Scuola Obiettivo Sicurezza … attraverso i colori” (81 voti); il “Parco A. Mauri : un’area verde per imparare a conoscere e valorizzare il territorio e la sua natura” (79 voti); “#iotiaiutoNAVETTA” (73 voti); la riqualificazione Piazza Benefattori ECA – via Agnesi (66 voti); punti di ricarica in città  per veicoli e dispositivi elettrici (61 voti) e “SBAC Spazio Itinerante (Senza Barriere, Accessibile, Centrale) con 56 voti.

Leggi anche:  L'Aurora Desio fa campagna acquisti, sempre più forte il settore giovanile

“Grazie a chi ha partecipato”

“Ringraziamo tutti i cittadini e le cittadine che hanno partecipato con le loro idee progettuali e con il loro voto. Tutti progetti presentati per questa edizione del BilancioPartecipativo ‘Senior’ erano molto interessanti e intercettavano bisogni e opportunità nuove per la città – ha dichiarato il sindaco Roberto Corti – Adesso si parte con l’operatività, l’obiettivo è quello di realizzarli nel più breve tempo possibile”.

“Una opportunità di partecipazione”

“I laboratori di animazione progettuale sono stati una scelta utile a far emergere opportunità di partecipazione che altrimenti sarebbero forse rimaste nell’ombra. – ha aggiunto Cristina Redi, assessore alla Partecipazione. –  Lavorare insieme ai cittadini per trasformare la loro creatività in concretezza, coinvolgendo i tecnici comunali già nella fase di messa a punto delle proposte, è tra gli obiettivi principali del percorso di Bilancio partecipativo: aprire la macchina comunale al confronto diretto con i cittadini per il disegno delle opportunità e delle scelte che ne conseguono, imparando a lavorare insieme per il bene comune.