Bimba senza seggiolino auto morì nell’incidente: condannati genitori e investitore. L’altro ieri si è chiuso il processo al Tribunale di Como per la morte di Aurora Sigi di un anno e mezzo.

Morta bimba in auto senza seggiolino

Come riporta il GiornalediComo.it, la tragedia avvenne la notte tra il 2 e 3 maggio del 2017 a Cantù. La coppia non aveva assicurato la bimba al seggiolino di sicurezza. Aurora infatti viaggiava in braccio alla madre sul sedile anteriore. Ora padre e madre hanno patteggiato una pena a un anno e 4 mesi per omicidio stradale in relazione alla morte delle loro bambina. Il giovane che causò l’incidente, che aveva un tasso alcolico superiore a quello consentito per legge, è stato condannato sempre per omicidio stradale a sedici mesi.

L’ARTICOLO COMPLETO SU GIORNALEDICOMO.IT

Un caso drammaticamente non isolato

Quello della piccola morta nel comasco è un caso emblematico ma purtroppo non isolato. A novembre dello scorso anno, a Monza, sempre in un incidente, era motto il piccolo  Liam Thomas.  Anche Liam, di soli 14 giorni, non era legato nel seggiolino. Al termine delle indagini sono arrivate le richieste di patteggiamento. Per il padre per l’accusa di omicidio colposo nei confronti del figlio e lesioni colpose verso la compagna, per la madre per un concorso di colpa nell’omicidio colposo.

I seggiolini auto sono obbligatori

La prima regola, fondamentale, è che i seggiolini sono obbligatori per legge e devono essere installati su tutte le auto in cui viaggia il bambino,  utilizzati in modo corretto, scegliendo il seggiolino giusto per l’età, il peso e l’altezza e posizionandolo in modo corretto. Il mancato rispetto di questa regola porta a una multa (da 81 a 323 euro) e alla detrazione di 5 punti dalla patente.

Per i più piccolini, ovvero per i bambini fino ai 9 kg è previsto il trasporto in ovetto o navicella assicurati con appositi ganci, sui sedili posteriori e solo in senso opposto a quello di marcia. Si può invece mettere l’ovatto in direzione di marcia dai 9 kg in su assicurandosi che sia ben legato sia lui che il seggiolino alle cinture di sicurezza.

Leggi anche:  Auto Amica inaugura la nuova sede

LE NUOVE NORME SULL’OMOLOGAZIONE DEI SEGGIOLINI IN VIGORE DA GENNAIO 2017

Morti in aumento

Sono purtroppo ancora numerosi i bambini che rimangono feriti o perdono la vita in incidenti stradali ed ancora troppi sono i piccoli trasportati a bordo di veicoli non assicurati agli appositi sistemi di ritenuta. Il dato ISTAT: nel 2017 in Italia sono stati 25 i bambini nella fascia di età tra 0 e 14 che hanno perso la vita mentre erano trasportati in auto (7 in meno rispetto al 2016 quando si sono registrate 32 vittime) e oltre 8.396 i piccoli feriti.

LEGGI ANCHE: Bimbi in auto: avviata la collaborazione tra Polizia, pediatri e ministeri

Seggiolini auto sempre più monitorati

E resta d’attualità anche la tematica dell’abbandono in auto di bimbi in giovane età, con casi di cronaca che purtroppo periodicamente tornano a catalizzare l’attenzione.

Quali soluzioni? C’è il papà-inventore che ha inventato un braccialetto da far indossare a tutti i genitori. Ma c’è anche un dispositivo inventato da due ragazzi torinesi che in sostanza, come riportato dalla nostra testata IlCanavese.it, è un segnale luminoso e acustico per avvisare i genitori della presenza del bambino in auto anche quando si spegne la macchina, così da evitare che i bimbi vengano dimenticati dentro l’abitacolo. Anche il Ministro Toninelli aveva sposato l’iniziativa, che doveva diventare legge già questo autunno.

 

LEGGI ANCHE 

Sicurezza bimbi in auto:  le regole da seguire

Bimbi in auto: avviata la collaborazione tra Polizia, pediatri e ministeri

Abbandono dei bambini in auto, arriva il braccialetto “Schiaffo” per non dimenticarli

Seggiolini anti abbandono in auto saranno obbligatori, forse già in autunno

Seggiolino anti abbandono per i bebè: inventori 19enni attaccano Toninelli