“Brianza accogliente e solidale”, più di 70 le associazioni aderenti. Nelle intenzioni degli organizzatori – una rete di realtà del territorio – c’è la volontà di replicare la manifestazione “People – prima le persone”, che si è svolta a Milano il 2 marzo.

“Brianza accogliente e solidale”

Dagli scout alle associazioni di volontariato, dalle cooperative agli enti religiosi. La manifestazione in programma il 23 marzo a partire dalle 14.30 in piazza Trento e Trieste a Monza ha già raccolto più di 70 adesioni. La giornata di mobilitazione è stata presentata ufficialmente oggi, martedì 12 marzo 2019, nella sede della Casa del Volontariato di via Correggio. L’evento, nel corso del quale verranno illustrati i motivi e le ragioni che lo alimentano, sarà un corteo per le vie del centro storico. Si partira da piazza Trento e Trieste, dove dopo un paio di chilometri di camminata, si ritornerà. Lì, poi, la mobilitazione proseguirà fino alle 18.

“Non chiamateci buonisti, siamo solo buoni”

“La Brianza è un territorio accogliente – ha spiegato Simone Pulici – Qui, infatti, sono stati pochissimi i fenomeni e gli episodi di intolleranza o di chiusura. Vorremmo poter proseguire lungo questa direzione, non buttando via tutto quello che in questi anni è stato fatto. Non ci piace, poi, trattare l’arrivo di 5mila persone nel territorio come un’emergenza. E’ una realtà: queste persone, un minuto dopo essere arrivate, diventano parte del territorio stesso, diventano protagonisti di questa realtà. Non vogliamo vivere nella paura. Ed è per questo che abbiamo pensato di organizzare una manifestazione così importante, per affermare valori, per dire che gli operatori del settore dell’accoglienza, non sono parte del problema. Casomai sono la soluzione del problema. Questa giornata sarà un momento unificante, che mostrerà quanto di buono in questi anni è stato fatto. Speriamo davvero di poter registrare un successo simile a quello della manifestazione di Milano di due settimane fa. Non chiamateci buonisti, noi siamo solo buoni”.