BrianzaBiblioteche “sfrattata” dalla Provincia per mancanza di spazio? Il presidente dell’Ente, Roberto Invernizzi, fa delle precisazioni a seguito dell’interrogazione della Lega.

BrianzaBiblioteche sfrattata?

Il presidente della Provincia fa il punto dopo l’interrogazione del gruppo provinciale della Lega, il quale ha rimarcato di non essere stato messo al corrente dal presidente della decisione di non rinnovare la convenzione con BrianzaBiblioteche per l’utilizzo degli spazi in via Grigna, dove ha sede la Provincia. Convenzione che scade nell’autunno 2019.

“L’Ufficio scolastico ha chiesto più spazio”

L’ufficio scolastico territoriale, fanno sapere dall’Amministrazione provinciale,  ha espresso la necessità di avere spazi maggiori per l’attività a servizio di tutto il bacino scolastico della Brianza, in quanto è in atto il potenziamento dell’organico. Mettere a disposizione spazi idonei è una competenza provinciale. Una condizione nuova che ha reso necessario rivedere la convenzione in essere con BrianzaBiblioteche.

“La sede provinciale in via Grigna – spiega il presidente Invernizzi – è un polo istituzionale a tutti gli effetti cresciuto, anno dopo anno, per rispondere ai bisogni dei comuni e del territorio razionalizzando il più possibile i costi a carico dei cittadini. Le richieste dell’ex Provveditorato ci hanno imposto una nuova riorganizzazione degli spazi per mantenere alto lo standard di efficienza e bassi i costi che sarebbero a carico dell’Ente. Mentre stiamo facendo tutte le opportune valutazioni con i soggetti ospitati nella sede, stanno iniziando a circolare voci infondate che stiamo ‘sfrattando’  BrianzaBiblioteche senza una motivazione vera o senza alcun preavviso, nonostante i tanti spazi liberi ed inutilizzati. In realtà abbiamo incontrato i referenti di BrianzaBiblioteche a dicembre e spiegato di dover rivedere la convenzione, garantendo il supporto ed il tempo necessario ad eventuali soluzioni. Il dialogo è in corso e si stanno valutando diverse opzioni. Invito chiunque a visitare la sede e gli uffici in via Grigna per rendersi conto della realtà dei fatti: non esistono spazi vuoti. Siamo pronti ad un confronto con chiunque sappia riconoscere il ruolo e la dignità dell’Ente, senza trasformare ogni pretesto in polemica”.

Leggi anche:  Giussano, più di 5000 iscritti alla 43esima Via vai - Io corro con Giovanni

Il presidente Invernizzi in una nota sottolinea inoltre che è partito il cantiere per la nuova sede provinciale di Arpa Lombardia, che dovrebbero concludersi per la fine del prossimo mese di ottobre, poi seguirà il collaudo.

“Nella porzione di palazzo di proprietà della Provincia MB – viene rimarcato –  nel corso degli anni, si è costituito un vero polo istituzionale con servizi e sportelli territoriali che garantiscono un punto di riferimento unico. Nel Palazzo provinciale trovano sede, oltre agli uffici provinciali: la sala operativa della protezione civile, l’Ato MB, l’Ufficio scolastico territoriale (ex Provveditorato) e a breve saranno implementati i servizi al lavoro di competenza provinciale”. Un contesto nel quale c’è anche BrianzaBiblioteche che occupa 270 mq con la convenzione che scade appunto ad ottobre.