Carabiniere ucciso a Roma, un mazzo di fiori con la scritta «Grazie». E’ stato posato da un cittadino rimasto anonimo davanti alla caserma dei Carabinieri di Seregno.

Carabiniere ucciso a Roma, solidarietà all’Arma di Seregno

Sabato pomeriggio, intorno alle 16, in prossimità del cancello d’ingresso del locale Comando della compagnia dei Carabinieri di piazza Prealpi, un cittadino rimasto anonimo ha posato un mazzo di fiori in segno di riconoscenza dopo la tragedia avvenuta a Roma, con l’omicidio del vice brigadiere Mario Cerciello Rega.

Un mazzo di fiori in segno di vicinanza all’Arma

Un mazzo di fiori quale espressione di cordoglio e vicinanza all’Arma dei Carabinieri, dopo la scomparsa del collega 35enne ucciso a coltellate mentre stava svolgendo il proprio lavoro. Un gesto di solidarietà ma anche di gratitudine per la dedizione e l’impegno con cui l’Arma si prodiga per garantire la sicurezza dei cittadini.