Un pranzo e una poesia dedicata al parroco emerito don Cesare per i suoi 80 anni.

Il pranzo nella «Sala del pozzo» dell’oratorio per festeggiare il futuro e il presente della parrocchia di Costa Lambro a Carate Brianza. Domenica scorsa 11 novembre, in occasione della ricorrenza di San Martino, patrono della frazione, la comunità ha reso omaggio a don Cesare Minotti, parroco emerito, che lo scorso agosto ha spento 80 candeline e ha dato il benvenuto a don Federico Galliussi, da settembre nominato nuovo cappellano dell’ospedale che ha preso casa in parrocchia.

Al pranzo in oratorio erano presenti il responsabile della Comunità pastorale Spirito Santo, don Gianpiero Magni e il diacono Teodoro Bellia.

A don Cesare che ha ricordato l’ottantesimo compleanno, con il tradizionale taglio della torta, è stata dedicata anche una simpaticissima poesia in rima che riproponiamo ai lettori.
Lui è nato nel trentotto / Molto colto e molto dotto / È nativo di Seregno /Ed a Costa ha il suo regno… La sua casa è Costa Lambro/ Qui ha trovato terno e ambo / La Parrocchia San Martino / Tutti noi gli siam vicino… Sotto la sua copertina / Steso sulla poltroncina / un rosario una preghiera sia al mattino che alla sera… Comunioni confessioni eloquenti anche i sermoni / le profonde riflessioni grandi esempi ad allusioni / non parliam dei matrimoni e neppur dei funerali… Noi speriam che la sua pressione / resti sotto osservazione / perche lui già lo sa che per sempre con noi sarà… Come un grande Faraone gli faremo la mummificazione/ Ma ha solo ottantanni, non ha fatto grossi danni / E’ Don Cesare Minotti festeggiamolo con i botti!

Leggi anche:  Eventi per tutte le età tra le vie di Capriano

Classe 1938, originario di Seregno, ordinato il 19 settembre 1964, don Cesare ha compiuto 80 anni lo scorso 17 agosto. A Costa era giunto dalla vicina Veduggio nel 1980, dopo trentacinque anni di permanenza di don Giovanni Borsani, che lasciava per limiti di età. Al mandato di don Cesare si devono innanzitutto la realizzazione del nuovo campo sportivo e la trasformazione dell’asilo femminile nell’attuale scuola materna «Marchesa Ida Stanga Busca».

Don Cesare Minotti mentre taglia la torta degli 80 anni