Un mercatino di Natale a In-Presa di Carate Brianza con i prodotti realizzati all’interno dei laboratori della cooperativa sociale.

L’allestimento di un mercatino per la vendita di prodotti natalizi, sabato 10 novembre, è la tappa conclusiva del progetto IN-LAB, realizzato da Cooperativa In-Presa con un importante contributo di Allianz – Fondazione Umanamente.
Il progetto, iniziato nell’ottobre del 2017, ha coinvolto 58 ragazzi tra 14 e 21 anni che all’avvio delle attività si trovavano in situazione di abbandono scolastico e lavorativo (Neet: Not in
Education, Employment or Training). A loro è stato proposto un percorso di accompagnamento al lavoro attraverso la partecipazione a laboratori strutturati in modo tale da offrire un tipo di formazione in assetto lavorativo.
«L’esercizio pratico finalizzato alla realizzazione di un prodotto o di un servizio permette ai giovani di fare un’esperienza di successo attivando in loro motivazioni che permettano di affrontare nuove e positive esperienze scolastiche, formative o lavorative» ha spiegato la responsabile del progetto, Evelina Cattaneo. I laboratori sorti nell’ambito di questo progetto sono stati 5:

1. Laboratorio manutenzione e riparazione biciclette

2. Laboratorio stampanti 3D

Leggi anche:  Carate Brianza, pranzo e poesia per gli 80 anni di don Cesare

3. Laboratorio agricolo

4. Laboratorio sartoriale

5. Laboratorio tecnico/manuale

L’attività dei laboratori ha visto il coinvolgimento di professionisti e aziende del territorio, che hanno portato un prezioso contributo in termini di know-how e orientamento al mercato.
In questo modo il progetto IN-LAB ha potuto realizzare un innovativo modello di welfare di comunità in cui il mondo produttivo ed economico ha svolto un ruolo attivo nell’affronto del
grave problema sociale ed umano dell’abbandono scolastico e del disimpegno cronico di giovani in difficoltà.
«Il mondo delle imprese, il mondo del volontariato e del no-profit insieme hanno saputo mettere in campo risorse che hanno portato beneficio a tutti gli attori coinvolti: i giovani, il contesto sociale, e gli stessi professionisti e aziende che hanno partecipato con entusiasmo a questo progetto» ha aggiunto l’amministratore delegato di In-Presa Davide Bartesaghi.