Quattrocento palloncini bianchi liberati nel cielo per ricordare i bambini uccisi dalle mafie. E’ un’iniziativa importante e piena di significato quella pensata dal Consiglio comunale delle ragazze e dei ragazzi insieme ai compagni della scuola secondaria “Aldo Moro” di Besana.

Mercoledì 21 marzo, primo giorno di primavera e giorno di mercato in città, dalle 11, si ritroveranno in piazza Eugenio Corti per celebrare la Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

Palloncini in ricordo delle vittime delle mafie
Il volantino dell’iniziativa

Tutti insieme contro le mafie

Ogni classe della scuola media ha letto un capitolo del libro “Le classi dei banchi vuoti” di don Luigi Ciotti. Nove storie di bimbi e ragazzi che hanno perso la vita o perché bersagli di vendette e ritorsioni, o perché capitati per caso in mezzo a un regolamento di conti. I loro nomi saranno scritti sui palloncini – acquistati e gonfiati dal Comitato genitori – che gli studenti besanesi lanceranno mercoledì. Saranno presenti anche i coetanei dell’istituto “Don Carlo San Martino di Rigola”, i rappresentanti di “Libera” e del Comitato genitori. Non mancheranno inoltre Consiglio di istituto, Ufficio scolastico provinciale, Unicef e Comune. Con la speranza poi di coinvolgere un folto numero di passanti.

“Educhiamo i ragazzi alla legalità”

Come avete affrontato un tema tanto doloroso?

“Abbiamo letto il libro tutti insieme, con l’aiuto dei docenti – ha spiegato il vulcanico sindaco dei ragazzi Simone Radaelli – Da tempo parliamo di questi argomenti e siamo così riusciti ad analizzare le storie utilizzando la ragione, accanto alle emozioni”.

Leggi anche:  Volontari a Lourdes con l'Arcivescovo Delpini

“L’idea è tutta dei consiglieri del Consiglio comunale dei ragazzi. Anche la grafica del volantino è opera di una di loro. Rientra in un  progetto più ampio della scuola, dedicato all’educazione alla legalità ed allo sviluppo del senso civico” hanno aggiunto Elena Bonfanti e Cristina Colombo, le professoresse che accompagnano i baby membri del Ccrr.

I complimenti del sindaco

Il sindaco Sergio Cazzaniga, “prof” della media, ha elogiato il suo omologo under 14 ed insieme tutti gli studenti.

“Complimenti davvero. Anche alle colleghe ed alla dirigente scolastica Elisabetta Biraghi. In questi ultimi anni il Consiglio comunale dei ragazzi è cresciuto, entrando a pieno diritto nelle attività della scuola. E’ vivo e produce meravigliosi frutti. Simone e gli altri consiglieri, inoltre, sanno di poter contare sull’Amministrazione comunale”.

Il servizio completo sul numero del Giornale di Carate in edicola martedì 20 marzo.