Un corteo di cento motociclisti a Trezzo per la Befana benefica dell’Adda. Anche stavolta  il club Insiemeinmoto di Trezzo è riuscito a portare in città decine di centauri provenienti da ogni dove per un fine benefico.

Befana benefica dell’Adda, folla a Trezzo

Il club, in collaborazione con la Onlus ConGiulia (ente che prende il nome da Giulia Gabrieli, una ragazza morta di tumore, ed è stato costituito dai suoi genitori per raccogliere fondi a favore dei piccoli malati), anche quest’anno ha sostenuto la raccolta benefica dando vita al progetto “Muoviamoci insieme”. L’obiettivo è garantire la presenza nel reparto di Pediatrica oncologica dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo una fisioterapista che seguirà tutti i bambini ricoverati per mantenere al meglio le loro condizioni di salute.
E così dalle 9.30 i motociclisti si sono radunati nel parcheggio di via Biffi e verso le 10 sono partiti per raggiungere piazza Cereda a Concesa, dove ad attenderli c’erano i re magi, che hanno distribuito calze piene di dolciumi ai bimbi. Dopodiché il corteo è ripartito alla volta del centro di Trezzo e in piazza Cereda ha incontrato il sindaco Silvana Centurelli e altri elementi della Giunta. Lì c’era la Befana della Pro Loco che ha distribuito altri doni ai piccoli presenti. Infine, il gruppo si è diretto in chiesa per il dono dei Re magi alla parrocchiale. “Tutto questo e non solo è lo spirito che accomuna questa nostra piccola grande famiglia”, ha commentato il presidente del club Andrea Riccio.

LEGGI ANCHE: Befana benefica a Gessate per anziani e disabili di Rivolta

Leggi anche:  Trezzo dice addio a Domenico Galli

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI