Cgil Monza e Brianza ha lanciato la quinta edizione di “Macello 120”, una tre giorni all’insegna della musica e del buon cibo, ragionando sulla “Gig Economy”.

Ggil giovani in festa

Avvicinare i giovani ai sindacati? La ricetta è… fare macello. E’ stata presentata oggi, nella sede di via Premuda, l’iniziativa «Macello 120», la festa organizzata dai giovani di Cgil Monza e Brianza nell’area Coop Canonica di Triuggio.

Una tre giorni fittissima, da venerdì fino a domenica, all’insegna della musica e del buon cibo, ma pensata soprattutto per discutere di lavoro e diritti. Soprattutto in riferimento al mondo giovanile.

L’edizione di quest’anno pensata da Cgil Area Giovani è stata dedicata all’analisi della cosiddetta «Gig economy», ovvero all’economia dei «lavoretti», un settore che conta già un milione di addetti impegnati in diversi ambiti, dalla ristorazione al babysitting, dall’elaborazione dati alle traduzioni online, che di fatto è priva, sempre più spesso, anche delle tutele minime.

Tutti gli appuntamenti

La kermesse si aprirà venerdì alle 18,30, proprio con un aperitivo e un dibattito sulla nuova economia, e con la mostra fotografica dal titolo alquanto significativo: «Foodora et labora». Alle 21 si accenderà la musica, con i «Mexican Chili Funeral Party» prima e i «Kaos One» con Dj Craim poi, due gruppi accomunati dalla volontà di denunciare le ingiustizie sociali.

Leggi anche:  Cristina Bagnoli di + Europa a Monza per l'ultimo weekend di campagna elettorale

Sabato la giornata si caratterizzerà per l’esposizione degli stand dei giovani artigiani e designers e dei giochi per i bambini – anche le trottole e la passeggiata in groppa agli asinelli nel bosco, per non dimenticare le vecchie tradizioni.

Alle 18,30 sarà dunque la volta della proiezione del film «K – Flex: il racconto di una lotta», iconico lavoro cinematografico di Maurizio Schmidt sull’epopea della ben nota azienda di Roncello cui seguirà, alle 21, la musica della «Corte dei Miracoli», un gruppo musicale di irish – combat – folk.

Domenica si aprirà infine con la testimonianza dei giovani di Cgil coinvolti nel progetto di alternanza scuola – lavoro, cui seguiranno uno spettacolo di acrobatica aerea e fire show e il contest di poetry slam.

Evento attesissimo, con il coccodrillo

Sui social, intanto, l’attesa per l’evento è già altissima, grazie anche allo storytelling che vede come protagonista un coccodrillo, simbolo dell’iniziativa. E stando alle previsioni, l’edizione di quest’anno potrebbe essere più partecipata che mai.

Merito soprattutto delle numerose sperimentazioni che Cgil ha messo in campo pensando a millenials e co., come la scuola di politica «Alisei», e la stessa alternanza scuola – lavoro, che ha visto impegnati ben 270 ragazzi.