Cinque anatre morte in pochi giorni: colpa del pane mangiato. Potrebbe essere questa la causa della moria di volatili del laghetto della Bergamella.

Anatre morte per il pane ingerito

Lo specchio d’acqua artificiale di Sesto San Giovanni, nel quartiere di Cascina Gatti, sembra proprio non conoscere pace. Ai purtroppo regolari problemi ai macchinari che regolano l’alimentazione del laghetto, e che portano spesso a un abbassamento del suo livello e al rischio per le specie animali che lo abitano, ora si è aggiunta la morte di almeno cinque papere in pochi giorni, trovate dai frequentatori del laghetto a galleggiare senza vita. Le segnalazioni sono state fatte soprattutto sulla pagina Facebook “Sesto S.G. Segnalazioni”. Ma quali sono state le cause? A provocare questa “strage” potrebbe essere stato il pane che alcuni frequentatori lanciano agli animali. Soprattutto mollica, che i volatili ingoiano. Fatalmente.

Pochi cartelli di divieto

Sono pochi, per non dire pochissimi, i cartelli illustrativi che spiegano a chi arriva sulle sponde della Bergamella le regole per una corretta visita. Prima fra tutte, quella di non dare da mangiare agli animali che lo abitano.

Leggi anche:  Atti osceni davanti a una bimba di 10 anni: arrestato

Eseguite le analisi delle acque e delle alghe

Il Comune ha già fatto eseguire delle analisi mirate ad Ats e Arpa sulle acque e sulle alghe. E non sarebbero emerse anomalie nei valori. Ulteriori controlli, più approfonditi, saranno eseguiti nelle prossime settimane, anche sulle carcasse di due delle cinque anatre recentemente morte.