Il sindaco di Seregno, Alberto Rossi, ha visitato l’ex clinica “Santa Maria”. L’immobile di proprietà dell’Inps ormai da decenni è abbandonato e il Comune presenterà una proposta di acquisto.

Visita del sindaco nella clinica abbandonata

Il sindaco di Seregno, Alberto Rossi, ha effettuato un sopralluogo nell’ex clinica “Santa Maria” di via Settembrini, in centro città. Era la prima volta che verificava le condizioni interne del vasto immobile di proprietà dell’Inps, dismesso ormai da decenni che crea non pochi problemi di degrado nella zona residenziale.

Il sopralluogo con gli assessori

Il primo cittadino era accompagnato dal vice sindaco Luigi Pelletti, dagli assessori Laura Capelli (Servizi sociali) e Claudio Vergani (Urbanistica) oltre al dirigente comunale dell’ufficio Patrimonio, Franco Greco.  Era presente anche un rappresentante della proprietà, l’Istituto previdenziale che un tempo voleva creare nell’edificio una sede unica brianzola.

Ecco cosa hanno visto

All’interno del vasto immobile non c’è più nulla. Di quella che una volta era una clinica privata è stata trovata soltanto una scatola di camomilla. L’edificio è gravemente ammalorato in tutte le zone, con calcinacci e detriti al suolo e vegetazione incolta nell’ampio cortile. Sui muri molte scritte di quanti riuscivano ad entrare negli anni passati, le date vanno indicativamente dal 1997 al 2011. Ora l’accesso è sbarrato, le finestre sono murate e non risultano presenze di sbandati e senzatetto.

Leggi anche:  Allerta meteo per vento forte e temporali su tutta la pianura lombarda

Impossibile una riqualificazione

Il sopralluogo nell’ex clinica “Santa Maria” ha confermato che un recupero dell’edificio esistente è pressoché impossibile, anche perché l’eventuale adeguamento delle sole strutture perimetrali alle norme antisismiche avrebbe un costo molto ingente. L’ipotesi più percorribile è l’abbattimento per una nuova edificazione nell’area.

In corso una trattativa con l’Inps

Dopo anni di tentativi senza seguito, l’Amministrazione ha intavolato con Inps una trattativa per rilevare l’area sulla quale sorge l’immobile fatiscente. Si attende una perizia disposta dal Comune per formulare una proposta d’acquisto, passaggio necessario per la demolizione del rudere e la completa riqualificazione dell’area che verrà destinata a nuovi servizi per la cittadinanza.