Dal blog di Cyber Lex riceviamo informazioni utili per eliminare un sito indesiderato da Internet utilizzando gli strumenti messi a disposizione dai nostri dispositivi. Cyber Lex è una start up italiana con sedi a Roma e Milano specializzata in servizi di protezione e cancellazione dati personali su internet, web reputation sui motori di ricerca e sicurezza della navigazione web. Potete leggere i contenuti prodotti dalla redazione di Cyber Lex attraverso il sito: www.cyberlex.net.

Come eliminare un sito internet indesiderato? Navigando in internet spesso può capitare di imbattersi in annunci non graditi, pop up, malware o pagine sconosciute: per poter navigare indisturbati, e non subire continui interruzioni nell’utilizzo della rete, occorre capire come eliminare un sito indesiderato. Quando si utilizza internet per effettuare una ricerca o consultare un sito web, spesso accade che la navigazione sia ostacolata da continui annunci pop up impossibili da chiudere o da pagine web/motori di ricerca sconosciuti (per citarne solo alcuni), come fare quindi per eliminare siti indesiderati? La prima cosa da imparare su come eliminare un sito indesiderato è proteggere la navigazione: qualora si utilizzi Google Chrome, ad esempio, è possibile bloccare l’apertura di pagine indesiderate attraverso le impostazioni del browser.

Nella guida alla navigazione su Google Chrome, il motore di ricerca ha infatti predisposto un vademecum da consultare nel caso in cui si vogliano rimuovere annunci indesiderati, pop up e malware; in particolare, Google ha creato un software (denominato “Chrome Software Cleaner”) in grado di aiutare gli internauti nella verifica di eventuali programmi sospetti e, eventualmente, di supportarli nella loro rimozione e/o blocco dal pc, attraverso gli strumenti di Chrome Cleanup Tool. Per bloccare i siti non graditi è altresì possibile ricorrere a tecniche manuali, naturalmente più lente e laboriose di quelle offerte da Chrome, per le quali occorre essere sicuri di utilizzare un browser aggiornato (Google Chrome, Internet Explorer 8 o 9 o Firefox). Una volta individuato un sito indesiderato, l’utente dovrà andare nelle impostazioni Google, cliccare sul tasto gestisci sito e infine fare clic su Elimina questo sito; in questo modo il sito web rimosso non verrà più visualizzato tra i risultati di ricerca e non disturberà più la navigazione sul web. La lista nera che andrà così a crearsi si arricchirà ogni volta in cui un nuovo sito indesiderato verrà rimosso attraverso le procedure appena descritte. Ciò non vieta però che l’utente possa cambiare idea: in qualunque momento sarà infatti possibile ripristinare i siti web bloccati attraverso la procedura inversa.

Leggi anche:  Truffe ad anziani: dalla Regione 170mila euro ai Comuni per la prevenzione

Se poi nel domandarsi come eliminare un sito indesiderato si vogliano anche segnalare i siti dannosi (o anche solo potenzialmente dannosi) ovvero che abbiano contenuti sospetti, è possibile segnalarlo direttamente sulla Search Console di Google, inserendo l’Url del sito web di cui si richiede la rimozione o, qualora venga segnalato un software “dubbio”, sulla pagina di Safebrowsing di Google. Qualora non sia possibile procedere alla rimozione dei siti indesiderati attraverso le procedure manuali, o quando il malware è potente e difficile da bloccare, il consiglio è sempre quello di rivolgersi ad un professionista ovvero, in questo campo, ad esperti tecnici informatici che sappiano risolvere il problema in modo definitivo e duraturo.