Da Cesano Maderno ad Atene per accompagnare l’olimpionico Igor Cassina alla maratona delle maratone. Il prossimo fine settimana la pizzeria “Il Belpaese” di Cassina Savina resterà chiusa.

Con l’olimpionico Igor Cassina alla Maratona di Atene

Domenica 10 novembre, alle 9, il titolare, Aurelio Foti, 43 anni, sarà al via della Maratona di Atene con altri 20mila da tutto il mondo, al fianco del suo ex compagno di scuola alla media Anna Frank di Meda. Per celebrare i quindici anni dalla vittoria della medaglia d’oro alle Olimpiadi di Atene, l’orgoglio di Meda ha infatti deciso di tornare in Grecia per percorrere la regina delle gare podistiche. Una competizione estremamente simbolica per ogni podista (la gara parte da Maratona per arrivare ad Atene dopo quarantadue chilometri, ripercorrendo l’epica impresa di Filippide), ma ancor più speciale per Igor Cassina.

Tutto è cominciato quasi per scherzo

“Pur non provenendo da tutt’altra disciplina – spiega Foti – Igor ha voluto accettare la sfida lanciata da sua sorella Mara che ormai da tempo si è avvicinata alla corsa su strada. Tutto è cominciato quasi per scherzo ma poi, fatti alcuni test, ha capito che sarebbe stato possibile”. Foti è cresciuto a Camnago di Lentate ma oggi abita a Carugo, alle porte della Brianza comasca, con la moglie Sara e i figli Adelaide, 10 anni, e Pietro, 8. Colonna degli “Amici della corsa”, ha fatto nascere, quattordici anni anni fa, la gara podistica “Corri Carugo”. “Quando Igor mi ha chiamato – ricorda con emozione – ho accettato subito di fargli da lepre: per me è un onore”. Ora, dopo gli intensi allenamenti degli ultimi cinque mesi, anche su e giù per la Brianza (“Abbiamo fatto percorsi misti tra Meda, Cabiate, Carugo, Seregno, Mariano”) l’oro olimpico 2004 è pronto alla sua nuova sfida.

Leggi anche:  Difesa femminile: il corso lo offre il Comune

Obiettivo: stare sotto le quattro ore

“Abbiamo stimato di stare sotto le quattro ore: è il nostro obiettivo”, continua il pizzaiolo podista. “Io e Simone Longoni, di Carugo come me – aggiunge – partiremo con lui e insieme a lui taglieremo il traguardo: ce lo siamo promessi, insieme dall’inizio alla fine. Ci saranno anche Mara e suo marito e un gruppo di amici a correre la maratona e sostenerci. Sarà la prima volta ad Atene per tutti e l’emozione di esserci è grandissima. Il prossimo fine settimana lascerò i miei clienti senza pizza ma sono convinto che mi perdoneranno, e faranno tutti il tifo per me”.