“Grazie al Decreto Semplificazione le Centrali Idroelettriche passano finalmente dalle mani dello Stato a quelle delle Regioni.

Decreto Semplificazione: regionalizzate le Concessioni Centrali Idroelettriche

“Una svolta federalista voluta dalla Lega che porterà risorse e benefici al territorio lombardo, non solo nell’arco alpino, ma anche in Brianza grazie alla presenza delle centrali idroelettriche lungo il fiume Adda”. Così Alessandro Corbetta, consigliere regionale della Lega, interviene a seguito dell’approvazione in via definitiva alla Camera del Decreto Semplificazione.

“Penso ad esempio alle Centrali Bertini ed Esterle situate a Porto d’Adda, frazione di Cornate e alle positive ricadute che potrà avere questo territorio grazie al rinnovo delle attuali concessioni, come il fatto di poter disporre di energia gratuita o a costi notevolmente inferiori a quelli attuali”.

Le centrali sull’Adda

Tra le centrali elettriche sull’Adda, oltre alla Esterle e alla Bertini di Cornate, vi sono la Semenza di Robbiate (Lc) e la centrale a Concesa, frazione di Vaprio d’Adda (Mi). Tutte vengono gestite in proroga da Edison, in quanto le concessioni sono scadute ufficialmente tra il 2010 (Concesa) e il  2012 (Esterle, Bertini e Semenza).

Leggi anche:  A Desio un 25 aprile di memoria e impegno

“Inoltre – prosegue il consigliere regionale del Carroccio – le risorse economiche che deriveranno dal rinnovo delle concessioni delle due centrali di Cornate potranno essere utilizzate ad esempio per riqualificare il Naviglio leonardesco tra Paderno e Cornate d’Adda e l’intera area che è un gioiello da valorizzare sotto il profilo turistico e ambientale. Un’opera estremamente importante per il rilancio del territorio ma anche per la riattivazione dell’intero sistema dei navigli, sia sotto il profilo della navigabilità che da quello storico-culturale. Nei prossimi mesi – conclude Corbetta – arriverà l’esito dello studio di fattibilità per la riqualificazione del naviglio tra Paderno e Cornate che Regione Lombardia, grazie a un mio emendamento, ha commissionato al Consorzio di Bonifica Est Ticino”.