Domani i Carabinieri festeggiano il 205esimo anniversario dalla fondazione. Si celebra in questa data perché fu proprio il 5 giugno 1920 che la Bandiera dell’Arma fu insignita della prima Medaglia d’Oro al Valor Militare, per la partecipazione alla prima guerra mondiale. La motivazione che ha accompagnato la medaglia è scritta con il linguaggio di allora: “Rinnovellò le sue più fiere tradizioni con innumerevoli prove di tenace attaccamento al dovere e di fulgido eroismo, dando validissimo contributo alla radiosa vittoria delle armi d’Italia”.

Domani a Monza i Carabinieri festeggiano 205 anni

Per la prima volta la Festa dell’Arma viene celebrata all’interno della caserma di via Volturno a Monza, recentemente elevata a sede del Comando Provinciale dei Carabinieri. L’appuntamento è per le 9.30. La Festa Nazionale dei Carabinieri si terrà invece a Roma, sempre domani a partire dalle 18,30, nella caserma Salvo d’Acquisto.

Il Comando Provinciale Carabinieri di Monza Brianza, ricordiamo, è articolato sulle Compagnie di Monza, Seregno, Vimercate e Desio, da cui dipendono 25 presidi dislocati sui 55 comuni della provincia di Monza e della Brianza. Sono le Stazioni Carabinieri che garantiscono la capillare presenza e il controllo del territorio, realizzando quel principio di prossimità e vicinanza al cittadino che fornisce una risposta concreta alla sempre maggiore esigenza e richiesta di sicurezza delle comunità.

Leggi anche:  Tanto sole e qualche temporale: ci aspetta una settimana tipicamente estiva PREVISIONI METEO

L’anno trascorso è stato un anno intenso che ha visto i Reparti dell’Arma impegnati su più fronti, prevenzione, repressione, soccorso, assistenza, iniziative rivolte alle fasce deboli, come incontri e conferenze sulle truffe ai danni di persone anziane o lezioni di legalità presso gli istituti di istruzione, progettualità programmate in relazione alle esigenze emergenti e contingenti dei territori.

L’attività dell’Arma nel 2018

I Carabinieri della Provincia hanno garantito nel 2018 quasi 27.000 servizi preventivi, procedendo per oltre 29.000 episodi delittuosi e assicurando alla Giustizia oltre 800 persone.

Valori testimoniati anche dai militari distintisi in operazioni di servizio, spesso connotate da rischi non prevedibili, come affrontare malviventi armati, smantellare organizzazioni criminali dedite a reati contro il patrimonio o al traffico di sostanze stupefacenti o trarre in arresto autori di efferati omicidi.

E’ grazie anche a questo impegno quotidiano che il trend dei reati predatori, quelli che più incidono sulla percezione di sicurezza dei cittadini, è in diminuzione.

TORNA ALLA HOME