Don Luca Raimondi lascia la comunità pastorale Regina degli Apostoli per diventare vicario episcopale della zona pastorale di Rho.

La notizia non è affatto un fulmine a ciel sereno, infatti era già nell’aria da qualche mese il possibile trasferimento dell’amato sacerdote.

Una comunità che ha camminato accanto a lui per nove anni

Una comunità che in questi nove anni il don ha saputo conquistare con la sua intraprendenza e con la sua capacità di stare sempre vicino ai problemi reali dei suoi fedeli.

Don Luca è arrivò nove anni fa a Bernareggio. Classe 1966, don Luca Raimondi ha alle spalle 25 anni sull’altare, tra cui otto a Desio (dal 2000 al 2008) durante i quali si è occupato dell’oratorio Beata Vergine Immacolata.

Il suo carattere vulcanico lo ha portato anche agli onori della cronaca in tutto il mondo per lo scherzoso gesto delle corna fatto ad una amica poco prima della messa del Papa al parco di Monza e immortalato da decine di fotografi.

Leggi anche:  Nuovo ambulatorio di Pneumologia all'ospedale di Desio

Un prete che adora sporcarsi le mani

Don Luca è stato spesso definito un prete «anticonformista», uno di quei sacerdoti che adora «sporcarsi le mani» e che si esalta là dove c’è da fare il lavoro duro, come risollevare una parrocchia o richiamare molte pecorelle smarrite del gregge di Dio all’amore del suo Pastore.
E queste doti dovrà metterle in pratica a partire da settembre, quando si occuperà della zona pastorale di Rho, il nuovo gregge a lui affidato.