Dopo oltre 60 anni lungo la Milano-Asso ci sarà una nuova recinzione. L’Amministrazione comunale di Meda ha infatti sottoscritto un accordo con «Ferrovie Nord», che si occuperà della sostituzione di un lungo tratto di palizzata che costeggia la linea ferroviaria.

Accordo tra Comune e Ferrovie Nord

Un intervento che arriva dopo il crollo di oltre un centinaio di metri avvenuto l’estate scorsa in via Trento: per «tamponare» la situazione è stata messa una recinzione provvisoria, ma adesso è giunto il momento di procedere con quella definitiva. Nel Consiglio comunale del 29 aprile è così stata approvata la bozza d’atto di comodato gratuito con scadenza il 31 ottobre 2060 tra «Ferrovie Nord» e il Comune riguardante l’area della recinzione lungo la linea ferroviaria. Un atto propedeutico all’avvio dei lavori di rifacimento della staccionata da via Trento a via Busnelli passando anche da viale Francia e dalla stazione.

Nuova recinzione lungo la ferrovia

«Negli anni ‘50 il Comune aveva ampliato la sede stradale in via Busnelli, Trento e Francia realizzando a sue spese la recinzione – ha spiegato l’assessore ai Lavori pubblici Andrea Bonacina – Ora però la staccionata versa in cattive condizioni, “Ferrovie Nord” ha provveduto alla messa in sicurezza ma la recinzione va sostituita. Con questo accordo FN ne realizzerà una nuova con una nuova fondazione, un nuovo muro in cemento armato e una nuova rete metallica, oltre agli alloggi per i tralicci». Il consigliere Pd Simona Buraschi ha valutato positivamente la convenzione, chiedendo però all’Amministrazione «che la recinzione venga realizzata in metallo, non in resina come previsto. Questo per dare uniformità alla protezione per materiale e colore e per garantire una maggiore qualità a livello funzionale ed estetico». «Abbiamo chiesto a FN di utilizzare un materiale simile a quello della stazione, ma c’è un problema di costi, perché da via Busnelli a via Trento sono chilometri di intervento – ha replicato il sindaco Luca Santambrogio – Vedremo di insistere ancora e premeremo affinché l’intervento venga concluso in tempi brevi».