Parco inclusivo, ecco come sarà. Anche Meda avrà il suo parco inclusivo: in via Manzoni sorgerà uno spazio verde pensato perché tutti possano giocare e stare insieme, al di là delle capacità fisiche e delle disabilità.

Il parco inclusivo sorgerà in via Manzoni

Ci saranno due spazi per i giochi, un percorso sensoriale, una collina panoramica e un bosco per le attività didattiche. Anche Meda avrà il suo parco inclusivo: in via Manzoni sorgerà uno spazio verde pensato perché tutti possano giocare e stare insieme, al di là delle capacità fisiche e delle disabilità. Un parco accessibile a tutti, privo di qualsiasi barriera architettonica, e attrattivo, con giochi che stimolano le abilità motorie e sensoriali dei bambini, facendoli divertire ma anche educandoli all’inclusività.

Aree giochi, percorsi sensoriali e una collina panoramica

«Nei giorni scorsi abbiamo approvato il progetto di fattibilità, prossimamente verrà predisposto il progetto definitivo e poi verrà indetta la gara per affidare i lavori – spiega il sindaco Luca Santambrogio – Si tratta di un progetto molto bello, che farà rinascere un’area verde ora inutilizzata e porterà alla rigenerazione dell’intero quartiere». Il parco inclusivo avrà uno spazio giochi per bimbi dai 3 ai 6 anni e un altro per i più grandicelli, dai 6 agli 8 anni, con giostre adatte all’età e utilizzabili da tutti, a prescindere dalle abilità fisiche e dalle disabilità. Sorgerà anche una collina panoramica, con tanto di scivoli, e ci saranno un percorso sensoriale, un boschetto per le attività didattiche (percorso botanico e osservatorio ornitologico), oltre a uno stallo per posizionare bancarelle o gazebo per la somministrazione di cibi e bevande.

Leggi anche:  Evade dai domiciliari per l'ennesima volta, arrestato

Un primo passo verso la riqualificazione del quartiere

«Il terreno comunale di via Manzoni verrà trasformato per offrire un bel servizio alla cittadinanza – conclude il sindaco – In un secondo step sono previsti interventi per la riqualificazione del quartiere, con la sistemazione del parcheggio di via Colombara e la realizzazione di un ponte sul torrente Ry per accedere direttamente al parco».