Festeggiano le nozze d’argento con un regalo per gli invitati e per l’Africa. E’ il bel gesto di due cesanesi dal cuore grande.

Ieri l’anniversario di matrimonio

Il 24 aprile 1993, nel santuario di Santa Maria della Frasca, a Binzago di Cesano Maderno, Marisa Mauri e Maurizio Pagani, 55 anni lei, 66 lui, si sono promessi amore eterno. Ieri, 24 aprile, hanno rinnovato quella promessa nella chiesa di Molveno, circondati da più di cinquanta tra amici e parenti. Tutti gli invitati hanno ricevuto la richiesta di non presentarsi alla festa con regali, ma di fare una donazione per l’Africa. Così, l’anniversario di nozze di Marisa e Maurizio, si è trasformato in un collettivo atto di solidarietà.

Un pozzo e una fattoria in Burkina

Da sempre impegnati nel sociale, i due cesanesi hanno deciso di regalarsi, per questo traguardo importante, un pozzo d’acqua in un villaggio del Burkina. “Come famiglia, io, Maurizio e nostro figlio Marco, copriremo le spese per la costruzione”, spiegava Marisa, ministro dell’Eucarestia e lettrice in Parrocchia, prima della partenza. “A chi sarà con noi a Molveno, per il pranzo e la messa, chiederemo invece di contribuire alla costruzione di una fattoria”.
E se venticinque anni fa, ad unire Marisa e Maurizio in matrimonio era stato don Giuseppe Lazzati, l’ultimo coadiutore della Parrocchia Beata Vergine Immacolata, ieri alle 17, a celebrare la messa nella chiesa parrocchiale San Carlo Borromeo di Molveno, c’era padre Bernard, camilliano in missione da anni proprio in Burkina Faso.
“Abbiamo scelto Molveno – spiega Marisa settimana scorsa – perché è il nostro rifugio estivo da dieci anni, ormai. I nostri cinquantacinque invitati saranno ospiti a nostre spese dello stesso hotel delle nostre vacanze. Quasi tutti c’erano il 24 aprile 1993, e li vogliamo ringraziare per esserci sempre stati, in questi venticinque anni. Ii momenti difficili non sono mancati. Se li abbiamo superati, quei momenti, è perché siamo stati sorretti dalla fede e siamo stati circondati da tanti amici: non ci siamo mai sentiti soli”.

Leggi anche:  Si fingono finanzieri e truffano un anziano