Ditelo con i fiori. Detto, fatto. Per dire un semplice “grazie” all’assessore si è presentata in Comune con un mazzo di fiori. Protagonista, Maria Gironi, una residente del quartiere Amati, a Monza.

Il fatto

La donna si è recata in Municipio, chiedendo dell’assessore al Territorio e Ambiente, Martina Sassoli. Quando se l’è trovata di fronte, le ha consegnato un omaggio floreale per ringraziarla per quanto fatto per l’area cani di via Canesi. «Un intervento – racconta Sassoli –  realizzato dalla nostra Amministrazione per l’area cani del suo quartiere. Visto che è stato fatto un lavoro di squadra ho però voluto far conoscere la signora Gironi anche al sindaco Dario Allevi e all’assessore alla Partecipazione, Andrea Arbizzoni, oltre che all’intera Giunta. Del resto, il suo gesto è stato particolarmente apprezzato: un mazzo di fiori per una donna è sempre un pensiero gradito».

Il racconto della protagonista

A motivare il singolare gesto dei fiori all’assessore è la stessa protagonista. «A marzo dello scorso anno ho firmato un patto di collaborazione con il Comune di Monza per quanto concerne l’area verde di via Canesi. In pratica, la manutenzione, la pulizia di cicche di sigarette e foglie. Tra l’altro da qualche mese, sono affiancata da due richiedenti asilo. L’area cani era rimasta però incompiuta, da tempo era un po’ abbandonata al degrado. Per questo, ho ringraziato l’assessore perché l’area è stata riqualificata: ora è accessibile 24 ore su 24 ed è stata ampliata. Vi sono state poi messe panchine e una fontanella. Così, ho scelto di dire “grazie” con i fiori». Un gesto singolare dunque in netta controtendenza rispetto a quanto accaduto anche recentemente altrove, con proteste e contestazioni nei confronti degli amministratori.