Firmato l’accordo per avvicinare il carcere alle imprese. Parte da Monza il primo protocollo d’intesa che ha come obiettivo quello di avvicinare i detenuti al mondo delle imprese.

Firmato l’accordo

E’ stato siglato lunedì nella casa circondariale del capoluogo brianzolo, un accordo per favorire la formazione e il reinserimento sociale dei detenuti attraverso l’assunzione o la proroga di un contratto di lavoro. Imprese, enti e istituzioni del territorio hanno unito le forze per promuovere un modello di collaborazione e comunicazione unico a livello nazionale. In questo quadro di riferimento le associazioni delle imprese si attiveranno per diffondere le opportunità di lavoro proposte nel protocollo presso le aziende associate, sviluppando così anche la collaborazione con le realtà già attive nella casa circondariale di Monza.

Il lavoro al centro della mission

«Il lavoro è davvero quello che ci serve per migliorare la nostra offerta – ha dichiarato il dirigente della casa circondariale, Maria Pitaniello – Qui ci sono diversi laboratori già attivati, come quello di lavanderia, assemblaggio bancali, falegnameria, etichettatura, pastificio, sartoria, assemblaggio componenti elettrica e vetreria». «L’imprenditore non è solo un importante attore economico – ha spiegato Carlo Bonomi, presidente di Assolombarda Confindustria Milano, Monza e Brianza – Dobbiamo diventare attori sociali che vivono in modo consapevole e proattivo la propria comunità e l’ecosistema nel quale opera».

Leggi anche:  Nuovo look per la stazione di Arcore

I firmatari

Il protocollo è stato siglato dal Tribunale e dalla Procura di Monza, dal Tribunale di sorveglianza di Milano, dal Tribunale e dalla Procura per i minorenni di Milano, dal Provveditorato regionale dell’amministrazione penitenziaria della Lombardia, dalla casa circondariale di Monza, dall’Ufficio servizio sociale minorenni Milano insieme al Difensore regionale della Lombardia – Garante dei detenuti, dalla Prefettura di Monza e della Brianza, dalla Provincia di Monza e Brianza e dal Comune di Monza. Ma anche dalla Camera di commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi, da Assolombarda Confindustria Milano Monza Brianza, da Apa Confartigianato Imprese, dalla Fondazione della Comunità di Monza e Brianza, da Afol Monza e Brianza, dalla Camera penale di Monza, da avvocati, commercialisti ed esperti contabili e consulenti del lavoro.