Gare d’appalto 2.0 meno burocrazia con la Centrale unica di committenza.

Gare d’appalto 2.0

Conclusa la fase sperimentale a fine 2016, la Centrale unica di committenza della Provincia di Monza e Brianza è entrata nel pieno dell’attività. Sono state 91 le gare d’appalto gestite sopra la soglia per un valore di 164milioni e 498mila euro, con incremento pari al 429 per cento rispetto al periodo pilota.

Il presidente Roberto Invernizzi

“Semplificare, risparmiare e razionalizzare. Queste le parole chiave che hanno ispirato la mission della Cuc. Era una scommessa ma siamo riusciti a dare un servizio qualificato. Aiutiamo soprattutto i Comuni più piccoli che possono liberare risorse e personale per altre attività”.

Curiosità

In particolare gli appalti affidati alla Cuc riguardano ristorazione scolastica, assicurazioni, trasporto scolastico, manutenzione verde, centri diurni per disabili e anziani. Ma anche servizi cimiteriali, manutenzione strae e scuole.

Il fabbisogno 2018

Per semplificare e digitalizzare i processi, la Cuc ha aderito alla procedura promossa da Arca Lombardia per compilare direttamente online il Piano del fabbisogno. Si userà, dunque, un modulo Budget nella piattaforma Sintel.

Leggi anche:  Vero Volley si accorda con Spalding