Giussano, design molto speciale a CasaNostra, per l’evento “Fuori Fuori Salone”.

L’evento

Il «Fuori Fuori Salone» a CasaNostra, venerdì 12 aprile, ha fatto il pienone.  L’atmosfera di design e arte che in questi giorni si è vissuta a Milano, ha toccato anche l’immobile di via Milano, confiscato alla mafia 10 anni fa, e oggi diventato una struttura studiata per ragazzi con disabilità, sempre aperta alla città. Fabio Terraneo, presidente dell’associazione «Mosaico», che gestisce la palazzina, venerdì sera – per la speciale occasione – ha accolto tanti giovani e tante famiglie nei nuovi spazi, aperti come fossero uno showroom. Tavoli, sedie e oggetti di design, tutti molto «speciali», caratterizzati da elementi che mostrano la diversità ma che sono comunque funzionali: c’era infatti un tavolo che al posto di una gamba aveva una protesi, o una sedia senza una gamba, studiata però dal designer per essere comunque comoda e sicura. Idee d’arredamento in cui il punto di forza è stata proprio la diversità. «E’ proprio questo il messaggio che abbiamo voluto dare ai cittadini: la diversità può essere un punto di forza e può essere utile e al servizio degli altri», ha sottolineato Terraneo.
La serata è stata caratterizzata ovviamente dalla presenza dei ragazzi del Mosaico, che si sono occupati dell’aperitivo, servito agli ospiti presenti all’evento, con la collaborazione di Macondo.