Giussano, incontro a Verano degli ex lavoratori Feg: da 7 anni sono in attesa degli stipendi arretrati

Gli ex dipendenti sono ancora in attesa delle mensilità arretrate

Giussano, incontro a Verano degli ex lavoratori Feg, che  attendono i loro stipendi arretrati ormai da oltre sette anni. Con la vendita all’asta dei capannoni alla Rimadesio, gli ex dipendenti della Feg-Salvarani tornano a farsi sentire per avere ciò che spetta loro. «Ci hanno sempre rassicurati dicendoci che siamo i creditori privilegiati, ma sono più di 7 anni che aspettiamo le nostre mensilità – spiega uno dei lavoratori – inizialmente siamo stati seguiti dai sindacati, poi ci hanno lasciato soli e ora ci stiamo organizzando per avere ciò che ci spetta».

Venerdì 1 marzo l’incontro

Venerdì 1 marzo, all’oratorio di  Verano, si terrà infatti un incontro che coinvolge tutti gli ex lavoratori che non hanno ancora ricevute le mensilità arretrate. «Ci sono diverse situazioni, ma quasi tutti dei circa 160 ex dipendenti sono creditori della Feg-Salvarani, chi per poche mensilità chi, invece che attende somme più importanti». L’incontro in programma servirà per discutere della questione e lavorare alla procedura, con la stesura di un documento.

Leggi anche:  Smog: Brianza ancora oltre i limiti. Le misure di primo livello restano attive

La ditta è in concordato

La ditta Feg nel 2011 è andata in concordato preventivo. C’era stata inizialmente la procedura di mobilità. Dopo i due anni di cassa integrazione, però per i lavoratori erano scattati i licenziamenti nel maggio del 2013. Solo una trentina di dipendenti, tra produzione, uffici e vendita avevano continuato a lavorare, nel 2014, per la «Terragni fabbricamobili» di Paderno Dugnano che aveva preso in affitto la Feg Salvarani permettendo che la produzione proseguisse con le commesse già stipulate. E’ durato però poco e anche quei trenta lavoratori sono rimasti a casa.