Giussano, ragazza curvy sfila al Bodypositive di Milano. Contro i pregiudizi. ragazza curvy giussano

L’evento in piazza Duomo a Milano

Giussano, ragazza curvy sfila al Bodypositive di Milano. Contro i pregiudizi.  Si sente bellissima, anche con i suoi 74 chili, tanto da decidere di sfilare in bikini, all’evento «Body Positive Catwalk 2019» che si è appena svolto in piazza Duomo, domenica 3 marzo.
Claudia Alba, 21 anni, all’ultimo anno di Università nel corso di laurea Scienza delle Comunicazioni a Milano, ha dimostrato a se stessa e a tutti i presenti alla manifestazione, che la bellezza del suo corpo curvy va oltre ogni pregiudizio e canone estetico.

Le selezioni

La giussanese è stata selezionata per quell’importante evento, dopo una sua foto postata su Istagram, vista da Laura Brioschi, ideatrice della manifestazione internazionale che l’ha contattata e invitata a iscriversi.
«Avevo pubblicato un post con due mie foto, prima e dopo la dieta che mi ha fatto perdere 20 kg – spiega – quando mi è stata proposta l’iscrizione ci ho pensato su un po’ perchè mi imbarazzava sfilare in intimo o costume, ma poi ho pensato che potesse essere un bel messaggio e anche una bella prova per me stessa. Ho mandato quindi l’iscrizione e sono stata selezionata tra 800 persone, solo 150 infatti – tra uomini e donne – sono stati scelti per sfilare forti delle proprie disabilità, difetti fisici e chili di troppo, contro ogni pregiudizio, esaltando proprio le diversità».

Il gesto di coraggio

Un grande coraggio e una grande forza di volontà che Claudia, ha dimostrato già un anno e mezzo fa, quando ha deciso di mettersi a dieta, non per puri motivi estetici, ma per questioni di salute.
«A 19 anni pesavo 94 kg e facevo fatica persino a fare una camminata – racconta Claudia- ho deciso quindi di seguire una dieta più giusta per me e iniziare a fare sport in palestra. Ho perso 20 chili ed è stata la mia rivincita. Mi sono sentita bellissima e forte, pronta anche a sfilare in bikini mostrando le mie rotondità».
A sostenerla in tutto questo percorso di buona alimentazione e sport i suoi genitori, gli zii e gli amici che hanno voluto essere presenti anche a Milano, per applaudirla alla sfilata.
«Alla prima passerella tremavo, era molto agitata ed emozionata, ma è stato un bellissimo momento – precisa – mi sono sentita perfetta nel mio corpo. Fortunatamente non ho mai subito episodi di bullismo, ma quando andavo alle medie ricordo che i compagni ironizzavano sul mio peso, io però non l’ho mai vissuta male, ci scherzavo su per sdrammatizzare. Mi sento curvy, sono curvy e mi piace essere una curvy. Proseguo con la mia dieta, ma per stare meglio in salute mantenendo però tutte le mie rotondità».

Leggi anche:  Ponte di Annone: Statale 36 chiusa da lunedì sera a giovedì mattina