I volontari realizzano uno splendido presepe in chiesa. Un mese e mezzo di lavoro in Santi Pietro e Paolo per creare un capolavoro  ricco di dettagli e significati simbolici

I volontari realizzano uno splendido presepe

Un mese e mezzo di lavoro per una dozzina di volontari della parrocchia che hanno creato un altro capolavoro. Il grande presepe in chiesa Santi Pietro Paolo a Varedo, oltre ad essere bellissimo per la ricchezza dei dettagli e il realismo delle ambientazioni, è anche denso di significati simbolici. La rappresentazione si trova  all’interno della riproduzione di una quadrifora della chiesa. Nella facciata spicca il simbolo di Gesù, che è al centro della vita di ogni credente.

Tanti dettagli e giochi di luce

Il presepe è lungo più di 5 metri, l’ambientazione impreziosita da miniature di casette, cascate d’acqua e animata da numerose statuette. La scena sacrà è resa ancora più suggestiva dal gioco di luci che ricrea l’atmosfera delle vari fasi della giornata e persino l’effetto nevicata. Quest’anno c’è anche una riproduzione del duomo di Milano, chiesa madre di tutti i fedeli ambrosiani.

Leggi anche:  Due nuovi mezzi per la Polizia locale di Meda

La Natività sotto un presbiterio “aperto”

La grotta è una riproduzione del presbiterio e la Natività è posta sulla mensa eucaristica con accanto l’ambone che sorregge l’evangelario aperto sul passo che annuncia la nascita di Gesù. Un  presbiterio non a caso  “aperto” che sta simbolicamente ad indicare la comunità in cammino, aperta al mondo e in comunione con il vescovo di Milano Mario Delpini che arriverà a Varedo in visita pastorale il 27 gennaio. Il presepe si potrà ammirare fino a fine gennaio.