Lavori importanti, si spera veloci, eseguiti sotto l’occhio attento del Ministero delle Infrastrutture, della Regione e dei Comuni lecchesi e bergamaschi. Il futuro del Ponte di Paderno, ne è convinto il Ministro Danilo Toninelli oggi impegnato in un sopralluogo, non è segnato, anzi….

LEGGI ANCHE Ponte di Paderno, è in corso il sopralluogo del ministro Toninelli FOTO e VIDEO

Il commissario nominato nel Decreto Genova

“Io spero che questo ponte che collega due territori importantissimi riapra quanto prima perchè i disagi per lavoratori e studenti sono davvero molto gravi” ha detto il ministro pentastellato. “La mia presenza qui oggi dimostra l’interessamento da parte del Governo rispetto a questa infrastruttura. Già a ottobre abbiamo nominato un commissario all’interno del Decreto Genova e il responsabile lombardo di Rfi mi ha confermato che questa nomina sta accelerano l’iter”

LEGGI ANCHE Ponte di Paderno: Maurizio Gentile nuovo Commissario CHI E’

I lavori sul Ponte di Paderno

“L’attenzione di Governo, Regione e Comuni del territorio è estremamente alta” ha proseguito il Ministro che apre qualche spiraglio di speranza.” I tecnici ci hanno parlato di  due anni di lavori: ebbene io tornerò qui a giugno per vedere se questi tempi si possono accorciare in modo tale che una viabilità, almeno solo automobilistica, possa alleggerire la pesante situazione” Toninelli si è detto comunque convinto della necessità di una chiusura che è stata al centro di tante polemiche. “Chi ha valutato la chiusura aveva dati certi quindi per quanto ci riguarda è una decisione insindacabile. Questo ponte è uno straordinario manufatto dell’800. Va sistemato e continuerà ad avere una lunga vita. Costurire un altro ponte non ha senso perchè i tempo sarebbero decisamente molto più lunghi”.

Leggi anche:  Trezzo ha fatto gli auguri alla sua nonnina che ha spento 104 candeline FOTO