Il parcheggio della stazione ferroviaria di via De Gasperi, ad Arcore, fa paura. Non ci sono altri termini per descrivere chi ogni sera, al calare della luce del giorno, scende da uno dei treni che arrivano da Milano, Lecco o Bergamo.
Studenti o lavoratori che sono «costretti» a dirigersi verso la loro auto al buio pesto, rischiando grosso.

Una camminata nel  buio

Una camminata di 100, 200 metri circa che, però, ogni sera, soprattutto in inverno, diventa un’odissea, soprattutto per le donne che temono di diventare preda di maniaci e malviventi. E’ bastato un video, postato sulla pagina Facebook «Sei di Arcore se…» la scorsa settimana per riportare alta l’attenzione su un problema che richiede una soluzione in tempi brevi.

Infatti il parcheggio delle auto che si trova di fronte all’ingresso del cimitero, che conta poco meno di 600 stalli di sosta, è già stato teatro, in passato, di eventi violenti ai danni dei pendolari. Per non parlare delle auto rubate o danneggiate.

Abbiamo provato anche noi il tragitto dei pendolari

Ieri sera abbiamo provato a filmare il tragitto che fanno ogni sera i pendolari per raggiungere la loro auto parcheggiata in via De Gasperi. Una vera e propria camminata nel buio.

 

La replica del sindaco Rosalba Colombo

“Come donna e come sindaco sono molto sensibile a questo problema e non è mai stato secondario a nessun altro progetto”. Inizia così la replica del primo cittadino Rosalba Colombo ai tanti pendolari che hanno chiesto interventi urgenti all’Amministrazione comunale per il parcheggio della stazione.

“Sapete bene che non sono avvezza ad inutili giri di parole o promesse vane e che mi pare più serio essere franca e dettagliata informando la città di come è lo stato delle cose, della sua storia, delle implicazioni e obblighi normativi – ha continuato Colombo – Il parcheggio conta 580 posti auto in parte a pagamento in parte liberi; è stato affidato circa dieci anni fa attraverso lo strumento del project financing alla ditta “Ecolverde” che ha vinto il bando. Il project financing è uno strumento usatissimo da tutti gli enti pubblici che permette di fare grossi interventi in mancanza di grandi risorse, in tempi brevi. La concessione alla ditta tiene conto dell’ammontare dell’investimento, della durata della convenzione, degli introiti. La scadenza della concessione sarà il prossimo 31 dicembre; nel frattempo stiamo lavorando il più velocemente possibile in collaborazione con la ditta attuale per riformulare il nuovo “project” tenendo conto dell’illuminazione e della sistemazione generale del parcheggio. Posso presumere che, per la prossima primavera potremmo avere il parcheggio illuminato. Nel frattempo, in collaborazione stretta con la nostra caserma, è stato potenziato il controllo nelle fasce più delicate da voi segnalate”.

Ma la Giunta ha in serbo altre novità sulla riqualificazione del parcheggio della stazione.

Leggi anche:  Biassonese festeggia 100 primavere

TUTTI I PARTICOLARI SUL GIORNALE DI VIMERCATE IN EDICOLA A PARTIRE DA QUESTA MATTINA, MARTEDI’