Il Sindaco chiede scusa per l’erba alta in città. A Seregno interpellanza della capogruppo di Forza Italia e segnalazioni anche dalla Lega. Rossi spiega perché i tempi sono lunghi.

Il Sindaco chiede scusa per l’erba alta in città

“L’erba è alta, lo so, in diverse zone della città. Scoccia a me per primo e mi scuso con tutti voi per i disagi”

Sono le parole del Sindaco di Seregno Alberto Rossi che ha pubblicato poche ore fa sulla sua pagina Facebook un lungo post di spiegazioni, dopo che la Capogruppo di Forza Italia a Seregno Ilaria Cerqua ha presentato nei giorni scorsi in Consiglio Comunale un’interpellanza sul mancato sfalcio di rami ed erba nelle aree verdi della città.

“In diverse zone, sia del centro che della periferia, l’erba è arrivata ad un’altezza tale da rendere invivibili gli spazi verdi – ha spiegato la Cerqua in una intervista pubblicata martedì sul Giornale di Seregno  – creando problemi anche a chi soffre di allergie, asma e raffreddori da sensibilità ai pollini ed alle graminacee”. Inoltre, sottolinea “Il mancato sfalcio di rami ed erba nelle aree verdi adiacenti alle strade può anche creare problemi di sicurezza viabilistica, e in quelle limitrofe a piste ciclabili e marciapiedi li rende quasi impraticabili”.

Anche la Lega segnala il problema

Alle osservazioni della Cerqua, che nella sua interpellanza ha chiesto anche come mai la procedura di gara per il 2019 sia stata attivata “così in ritardo” sono seguite le segnalazioni da parte degli esponenti della Lega Edoardo Trezzi e Elisabetta Viganò che hanno documentato la situazione con diverse foto.

Le precisazioni di Alberto Rossi

Il Sindaco Rossi oggi ha voluto, con il suo post Facebook, dare una risposta, a tutti questi interrogativi.

“Vi informo sulla situazione attuale, per chiarezza – ha scritto il sindaco su Facebook. Al momento del nostro insediamento abbiamo trovato un contratto non più prorogabile, ne serviva uno nuovo, per il quale occorrono purtroppo tempi burocratici lunghi: ci stiamo lavorando a pieno ritmo. Anzi, abbiamo pensato ad un bando più corposo che porti ad un servizio migliore rispetto al passato, prevedendo fino a sei tagli all’anno dove occorre rispetto ai quattro fatti in precedenza, oltre ad alcune potature straordinarie delle piante. Nell’attesa della piena implementazione, abbiamo attivato un servizio temporaneo per queste settimane: due squadre hanno già iniziato un taglio in città in questi giorni, partendo dalle urgenze, da rotonde e piste ciclabili per la viabilità, ai giardini delle scuole, alle aree con manifestazioni pubbliche. Queste foto sono ad esempio di questa mattina, dove si è intervenuti al Cimitero Principale.