Anche il neo sindaco di Seregno, Alberto Rossi, al rifugio “Longoni” in Valmalenco.

Una bella escursione fino al rifugio in alta quota

Alberto Rossi, eletto sindaco al ballottaggio settimana scorsa, domenica mattina è salito a piedi fino a quota 2.450 metri  al rifugio “Longoni” in Valmalenco, che ricorda i fratelli Elia e Antonio Longoni morti in battaglia nel 1916 durante la Prima Guerra mondiale.  Al fianco del primo cittadino il presidente del circolo culturale “Seregn de la memoria”, Paolo Cazzaniga, che ha seguito e fotografato la camminata di Alberto Rossi, un appassionato di escursioni estive in montagna. “Anche se ci fosse stato l’elicottero, sarei salito a piedi” aveva assicurato alla vigilia della camminata.

Si festeggia l’80esimo anniversario dall’inaugurazione

Nel corso della mattinata è stata celebrata una Messa in ricordo dei defunti. Si celebra l’80esimo anno dall’inaugurazione del rifugio del Cai Seregno (presieduto da Giorgio Leoni), che risale al 10 agosto del 1938. L’edificio, gestito da Elia Negrini, sorge sulla Sassa d’Entova e domina la vallata sottostante e l’abitato di Chiesa Valmalenco.