Niente più acqua del sindaco in Consiglio comunale per primo cittadino, assessori e consiglieri di Seveso. Sui banchi sono tornate le bottigliette di plastica. La novità non è sfuggita al comitato Seveso Futura. Ed è polemica.

Niente più acqua del sindaco

“Il sindaco Luca Allievi ha deciso di non continuare con la pratica dell’acqua in brocca, la cosiddetta acqua del sindaco, in occasione delle riunioni pubbliche del Comune, come le adunanze del Consiglio comunale”, sottolinea l’opposizione. Istituita nel 2013, la pratica ha permesso al Comune di risparmiare circa 500 euro all’anno e di non contribuire alla produzione di plastica, materiale molto inquinante. “È una piccola cosa – proseguono i componenti di Seveso Futura – ma non vorremmo fossero i primi segnali della nuova direzione che la Giunta vuol far prendere alla città in materia di sostenibilità ambientale”.

Segnale non positivo

Per Seveso Futura il ritorno all’acqua in bottigloe di plastica è un segnale preoccupante: “Ricordiamo le prime dichiarazioni della Lega in merito al Piano di governo del territorio. Il nostro timore è che si torni a un consumo sfrenato del territorio. Seveso dovrebbe sempre essere in prima linea nella sostenibilità, anche in memoria dei noti fatti del 1976, per via della diossina”.