In stazione arrivano i City Angels. L’Amministazione comunale di Cesano Maderno ha avviato contatti con l’associazione milanese.

In stazione arrivano i City Angels

I City Angels custodi della stazione ferroviaria di via Volta? La proposta è stata avanzata in Consiglio dalla coalizione di maggioranza, che ha portato in Aula la sua versione della mozione presentata lo scorso 20 dicembre da “Con Bosio per Cesano” (discussa e bocciata). Identico lo scopo: far sì che i problemi allo scalo ferroviario del centro vengano risolti e che la stazione sia davvero accessibile, sicura e accogliente. Diversi i contenuti del testo. Così, davanti alle perplessità avanzate dai gruppi di minoranza (che “Con Bosio per Cesano” e “Movimento 5 Stelle” hanno tradotto in emendamenti), e dopo lunga discussione e altrettanto lunga sospensione dei lavori, si è infine optato per il ritiro del testo.

Un documento unico per le diverse posizioni

Sarà la prossima riunione dei capigruppo a lavorare per una sintesi condivisa da portare in Aula. La proposta illustrata da Gigi Ponti (Pd) ma sottoscritta da tutti i capigruppo di maggioranza conteneva innanzitutto l’impegno “a perfezionare, dopo i contatti già avvenuti, una convenzione con i City Angels, al fine di garantire un ulteriore presidio sulle banchine della stazione e del binario superiore dedicato alla Saronno – Seregno”. Ma prevedeva anche di chiedere a Trenord di “garantire il personale per la biglietteria e la sicurezza” e di collegare le telecamere della stazione alla Tenenza dei carabinieri per un controllo remoto costante. Infine, puntava a chiedere a Gelsia la modifica del contratto di pulizia, aumentando la frequenza e la qualità del servizio, per un sottopasso di via Santo Stefano più decoroso. “Non solo strumenti repressivi per contrastare vandalismi e spaccio“, la sintesi di Ponti.

Leggi anche:  Venerdì a Monza arriva il viceministro all'Interno

Spiazzate le opposizioni

Spiazzate le opposizioni. “Perché avete aspettato due mie mozioni a distanza di un anno per chiedere al sindaco provvedimenti?”, la domanda di Luca Bosio. “Se ci sono state azioni da parte vostra, vi assicuro che non le abbiamo viste”, l’affondo di Marina Romanò (Lega). “Non eravamo a conoscenza dei contatti con i City Angels”, l’appunto di Nadia Speronello (Passione Civica). La Lega, in particolare, contesta la proposta: “Sul serio pensate di ricorrere a un’associazione che presta assistenza ai senza tetto per rispondere alle bande di nullafacenti che si ritrovano per azioni di bullismo e disturbo nei confronti di donne e studenti? Piuttosto mettete un presidio di pronto intervento della Polizia locale”. Da Dario Pizzarelli (Movimento 5 Stelle), infine, la proposta di inserire nella mozione che verrà l’impegno ad abbattere le barriere architettoniche e il suggerimento a far intervenire i City Angels “nella fascia oraria dove c’è minore affluenza dei pendolari, e quindi la sicurezza percepita è minore”.