In viale Europa di Varedo partono i lavori tanto attesi. Soddisfatto il Comitato civico.

In viale Europa partono i lavori tanto attesi

A metà settembre inizieranno i lavori in viale Europa, alla Valera, nei pressi dello svincolo della Milano – Meda. Una bella vittoria per il comitato dei cittadini che da tempo chiedeva al Comune di intervenire.  “Già il 13 agosto – spiega Davide Volpe, uno dei membri  – abbiamo visto che installavano le basi dei lampioni nel grande parcheggio che si affaccia sulla strada. Da tempo chiedevamo che fosse illuminato, anche perché era diventato pericoloso. C’erano già stati diversi episodi di danneggiamento delle auto e tentativi di furto”.

A nuovo i marciapiedi

Verranno anche sistemati i marciapiedi, in condizioni “pietose”, in particolare in corrispondenza degli alberi. Un miglioramento significativo della sicurezza in particolare per anziani e disabili.  Verrà, infine, probabilmente anche posizionato un dosso lungo tra i due attraversamenti pedonali del viale, in modo da far rallentare gli automobilisti che spesso sfrecciano verso la Milano – Meda.

Leggi anche:  Spettacolo per ristrutturare Villa Bagatti

Un anno di battaglia

I membri del comitato, circa una quindicina di persone tra cui il presidente Biagio Pellegrini e i residenti Franco Sergi  e Renzo Ferro da un anno facevano presente queste problematiche in municipio. Lo scorso 15 aprile avevano anche presentato sei istanze ufficiali in Comune “legittime e realizzabili, per la sicurezza e il miglioramento della qualità della vita in viale Europa”.  Le più urgenti riguardavano proprio la sistemazione del parcheggio e del marciapiedi.

Il ringraziamento al Comune

La Giunta si è dimostrata da subito pronta a intervenire per trovare i fondi e iniziare i lavori al più presto, mancava solamente l’approvazione del progetto definitivo.  “Desideriamo ringraziare – spiegano i membri del comitato –  il sindaco Filippo Vergani e tutta l’Amministrazione comunale per la sensibilità dimostrata nei confronti di noi cittadini. Ci fa piacere che le nostre proposte siano state prese in considerazione. Il nostro prossimo obiettivo sarà provare a mettere in piedi un gruppo di controllo per la sicurezza del vicinato”.