Gli amanti dello skateboard di Desio hanno ora un luogo dove sfogare la propria passione e cimentarsi in acrobazie. Sabato mattina è stato inaugurato il nuovo skatepark allestito sulla pista polinfunzionale di fianco al PalaBancoDesio.

Lo skatepark era tra i progetti vincitori del Bilancio Partecipativo 2017

Si tratta di una pista realizzata diversi anni fa per le feste, ma che in realtà non è mai stata utilizzata. Area che dunque rinasce con lo skatepark, uno dei sei progetti che hanno vinto l’edizione 2017 del bando del Bilancio Partecipativo. Con i 15mila euro stanziati dall’Amministrazione comunale, sono state allestite due rampe e una sbarra dove i giovani (ma anche i meno giovani) skater possono effettuare trick ed evoluzioni.

 

Desio Inaugurazione dello skatepark
I ragazzi si cimentano con trick ed evoluzioni sulle rampe e la sbarra dello skatepark

Il sindaco: “Esaudite le richieste dei giovani e recuperato uno spazio abbandonato”

“E’ una bella circostanza perchè oggi inauguriamo un progetto voluto dai ragazzi”. Ha detto il sindaco Roberto Corti, che ha presieduto l’inaugurazione con l’assessore alla Partecipazione e Politiche giovanili Cristina Redi e l’assessore allo Sport Giorgio Gerosa. “Ed è una bella occasione perchè lo skatepark consente di recuperare uno spazio che era stato lasciando andare. Ci auguriamo che voi ragazzi possiate ripopolarlo e farlo diventare un luogo vivo, di incontro, di divertimento e reciproco scambio tra giovani”.

Leggi anche:  Emergenze da codice rosso: ecco cosa cambia nei casi di violenza

Taglio del nastro affidato alla alunna che ha lanciato il progetto

Un auspicio condiviso anche da Anna Vitali, la 12enne desiana, alunna della scuola media Rodari, che ha proposto il progetto dello skatepark, battezzato “SkateTiamo”, a cui è stato affidato il compito di tagliare il nastro. “Il Bilancio partecipativo è una bella occasione per chi come me ha un sogno e per creare qualcosa che non c’è in città. Spero che questo diventi un luogo di amicizia, un luogo di incontro”. Ha detto la giovane studentessa che ha invitato i suoi coetanei a mantenere in ordine e rispettare la nuova area attrezzata. Auspicando anche che “il Comune si prenda cura dello skatepark affinché non diventi un luogo abbandonato di periferia”.